“La maggioranza faccia mea culpa sulla tassa di soggiorno”

Francesco Calò, Pd, risponde così alle ultime dichiarazioni di Molinati: "dai verbali della riunione fatta in commissione la proposta del Pdl di 25 cent a stella non era neanche uscita fuori"

«Molinati forse non ci sta raccontando la verità», non si calmano le acque della politica sommese intorno al tema della tassa di soggiorno. Francesco Calò, Pd, risponde così alle ultime dichiarazioni di Molinati: «dai verbali della riunione fatta in commissione la proposta del Pdl di 25 cent a stella non era neanche uscita fuori, anzi ci aveva detto che avevano fatto una serie di incontri con gli albergatori ed erano positivi rispetto al tema della tassa di soggiorno. Questo accadeva a novembre, e ora perché scoppia questa polemica furente? E poi perché dice che Pasin avrebbe votato quando invece era assente quella volta?». Secondo l’esponente Pd ci sono abbastanza elementi per chiedere un passo indietro su questa vicenda, «avevamo chiesto che le ulteriori riunioni con gli albergatori rispetto al tema tasse di soggiorno fossero fatte insieme in commissione bilancio. Non le hanno volute fare? Ecco le conseguenze. Ora hanno sbagliato, facciano mea culpa e un passo indietro».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.