La Martinella del Broletto va a Giuseppe Zamberletti

La massima onoreficenza della città di Varese, sarà conferita all’ex ministro e padre fondatore della Protezione civile italiana

La Martinella del Broletto, massima onoreficenza della città di Varese, sarà conferita all’onorevole Giuseppe Zamberletti. Sono stati definiti i dettagli della cerimonia che si svolgerà al Salone Estense sabato 22 febbraio alle ore 18.
«Siamo onorati di assegnare il riconoscimento ad un politico ed amministratore che tanto si è impegnato, non a parole ma nei fatti – ha commentato il sindaco Attilio Fontana -. La protezione civile è nata e si è sviluppata grazie all’onorevole Zamberletti».

Il sindaco, a nome dell’intera amministrazione comunale e della città, consegnerà una targa con le motivazioni:

“A nome del governo cittadino, il Sindaco è onorato di conferire la massima onorificenza comunale Martinella del Broletto anno 2014 all’Onorevole Giuseppe Zamberletti figura di spicco della politica italiana, Amministratore locale nella sua Varese, Ministro della Repubblica, padre fondatore della Protezione civile italiana, esempio di altissimo impegno, profonda umanità, indiscussa professionalità e spirito di servizio profusi a favore della cittadinanza in particolare nell’attività di soccorso, gestione delle emergenze e coordinamento di interventi a tutela delle popolazioni e delle comunità colpite da catastrofi e calamità naturali onorando, con il suo operato, la Città di Varese”.

La storia della Martinella

La “Martinella” era la campana che anticamente convocava i cittadini presso la sede municipale del Broletto. Oggi è collocata nella torretta di Palazzo Estense e saluta l’elezione dei nuovi sindaci, perpetuando simbolicamente la convocazione della municipalità attorno ai momenti più significativi della vita civile e sociale della nostra comunità. Il premio Martinella del Broletto venne istituito nel 1985 come solenne riconoscimento per quei cittadini che avessero dimostrato particolare spirito di servizio a favore della città, i vari campi in cui sono impegnati i varesini. Si era ritenuto così di individuare il simbolo nella campanella dell’antica sede del Comune, in piazza del Podestà. Il primo cittadino a ricevere tale riconoscimento fu, sempre in quell’anno, l’ex sindaco di Varese Mario Ossola. Il riconoscimento fu poi rispristinato nel 1999.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.