La Regione dice no alla depenalizzazione delle droghe leggere

Il Consiglio regionale ha detto no (37 contrari, 22 favorevoli, con sette consiglieri che non hanno votato) alla mozione presentata dal Patto Civico

No alla depenalizzazione delle droghe leggere. Il Consiglio regionale ha detto no (37 contrari, 22 favorevoli, con sette consiglieri che non hanno votato) alla mozione presentata dal Patto Civico, e illustrata in Aula dal consigliere Lucia Castellano, con la quale si chiedeva alla Giunta di attivarsi presso il Governo per cancellare la politica proibizionista, “una legislazione meramente repressiva causa di sovraffollamento delle carceri”.
Si sono pronunciati contrari Forza Italia, Lega Nord, Maroni Presidente, Nuovo centrodestra e Fratelli d’Italia, a favore Patto Civico e Movimento 5 Stelle, mentre il Pd ha lasciato ai consiglieri libertà di coscienza nel voto.
Per la maggioranza di centrodestra la mozione è stata giudicata “irricevibile” e “fuorviante” perché ” non esiste una droga sicura” e fa passare il messaggio “sbagliato ai giovani che per alleggerire le carceri non si interviene nel recupero ma si cancella il reato”. Per il Patto Civico le ragioni della maggioranza sono state definite “pretestuose perché il documento non propone di legalizzare l’uso delle droghe leggere ma solo la depenalizzazione”, mentre il Movimento 5 stelle ha sostenuto che “non è vero che nei Paesi dove c’è tolleranza nel consumo di droghe leggere il loro consumo non è aumentato”.
Il Pd ha ritenuto il documento “un po’ eccessivo in alcune sue premesse” ma si è detto d’accordo nel ritenere che “criminalizzare i consumatori non serve e che comunque il documento non chiede la liberalizzazione ma la depenalizzazione”, da qui poi la decisione di lasciare libertà di voti ai propri consiglieri.
Nel dibattito sono intervenuti Lucia Castellano (Patto Civico), Lino Fossati (Maroni Presidente), Stefano Carugo (Nuovo Centrodestra), Massimiliano Romeo (Lega Nord), Riccardo De Corato (Fratelli d’Italia), Paola Macchi (Movimento 5 Stelle), Maria Teresa Baldini (Maroni Presidente), Claudio Pedrazzini (Forza Italia), Fabio Angelo Fanetti (Maroni Presidente), Roberto Bruni (Patto Civico), Mauro Parolini (Nuovo Centrodestra) e Fabio Pizzul (PD).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.