La rotonda dei ciclisti diventa pedonabile

Due punti con le strisce pedonali e l'"aggiustamento" della ciclabile permetteranno in quei punti tra Varese e Buguggiate l'attraversamento più sicuro delle strade

Pista ciclopedonale più accessibile per pedoni e ciclisti.
E’ stato infatti presentato questa mattina a Villa Recalcati un accordo programmatico tra Provincia di Varese e i Comuni di Buguggiate e Varese, che prevede la realizzazione di due attraversamenti ciclopedonali a raso sulle strade provinciali 1 e 36, nella zona della rotatoria cosiddetta "dei ciclisti" o "dell’aereo" e accesso autostrada,
I due punti di attraversamento, che prevedono anche migliorie alla pista e al bordo stradale, sono nei confinanti comuni di Varese – più precisamente la sua frazione di Capolago – e di Buguggiate: i lavori, per i quali ora bisogna identificare le ditte da coinvolgere, costeranno all’ente provinciale circa 450mila euro

Soddisfatto il sindaco di Buguggiate Cristina Galimberti, che ha sottolineato come: «in stretta collaborazione con l’ente provinciale si sia risolto un problema concreto e molto sentito dai miei cittadini, molti dei quali tentavano ugualmente l’attraversamento in quella zona, correndo seri rischi».  Ma soddisfatto anche  il sindaco di Varese Attilio Fontana, che ha ricordato che: «l’intervento realizza un progetto rimasto in sospeso in quell’area per il mancato rispetto di alcuni accordi in seguito a un fallimento» Quello che prevedeva un ponticello pedonale, un casotto per i ciclisti, un piccolo parcheggio ed altro «Questo permette a pedoni e ciclisti di raggiungere in sicurezza la ciclopedonale». Il nuovo attraversamento, inoltre, «servirà anche il porticciolo di Capolago, dove a breve partiranno i lavori di ristrutturazione».

Galli e Fontana hanno anticipato un nuovo "lavoro in corso" sul lungolago:  il progetto che vedrà nell’area della Canottieri Varese «sorgere una palestra, ma non solo, poiché sarà una struttura, in perfetta armonia con i contesto naturale, che potrà ospitare anche meeting e riunioni, al servizio della società remiera e che potrà soddisfare le varie esigenze in occasione degli appuntamenti sportivi internazionali di canottaggio. Era questo – hanno concluso Galli e Fontana, che sono appena giunti a un accordo economico sull’argomento, che prevede per il comune un esborso di 500mila euro, s un totale di 2milioni di investimento – l’ultimo tassello che mancava alla Schiranna per diventare un campo gara di livello mondiale. Si tratta di un progetto che vede Provincia e Varese collaborare».

L’ufficializzazione degli interventi, che ha visto la partecipazione dei sindaci di Varese Attilio Fontana e di Buguggiate Cristina Galimberti, è stata anche l’occasione per il commissario straordinario Dario Galli per fissare il punto della situazione sulle opere viabilistiche realizzate per incrementare la sicurezza stradale.

«L’accordo in questione è solo uno dei tanti esempi in cui Provincia di Varese dimostra in maniera concreta il ruolo di ente sovracomunale – ha commentato Galli – ovvero un’istituzione realmente vicina al territorio e alle sue esigenze e al contempo abbastanza grande e con la forza, non solo economica, di realizzare questa tipologia di interventi. Che, e bene ricordare, in caso di riforma delle Province, con molta probabilità, le realtà più piccole non riuscirebbero più a fare».
In questi anni Villa Recalcati ha investito sulla sicurezza stradale circa 15 milioni di euro. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore