La tesina di diploma? Un click non basta, ma saper cercare aiuta

Continuano gli incontri promossi dalla Liuc nella biblioteche del territorio e non solo. Ecco come è andata la lezione di Laura Ballestra a un gruppo di diciottenni

Non cercare, "lanciando" una parola in rete, ma ricercare. C’è una grossa differenza in quelle due sillabe, come ha scoperto un gruppo di giovani studenti delle superiori che ha deciso di passare un venerdì pomeriggio in biblioteca. L’iniziativa è "Non solo tesine", promossa dalla Liuc con la sua Biblioteca Rostoni e appoggiata, in questa tappa, dalla biblioteca comunale di Castellanza. Laura Ballestra (nella foto con la responsabile della biblioteca comunale Lidia Maini) – docente del corso, e responsabile dei servizi al pubblico presso la Biblioteca Mario Rostoni della LIUC – ha immaginato con loro il percorso di nascita di una ricerca sul tema della "fame". «Senza domanda, non c’è ricerca – ha spiegato – e senza una tesi non può esserci un’agormentazione e non si può arrivare a una conclusione». 
Un tempo la ricerca in biblioteca era l’unica soluzione. E anche adesso, per le tesi di laurea che richiedono pubblicazioni scientifiche, resta (per fortuna) la via maestra. Ma si può arrivare a 21 o 24 anni senza mai aver "ricercato" prima? «I ragazzi – spiega Ballestra – sono convinti che le risposte siano tutti in internet e che siano soprattutto gratis. Ma non è così. C’è poi una gran confusione fra la letteratura intesa come romanzi e la saggistica, troppo spesso quasi sconosciuta ai più giovani». (Nella foto un momento della lezione a cui è intervenuto anche l’assessore alla Cultura di Castellanza Fabrizio Giachi).

Il progetto infatti era nato all’interno dell’università, per aiutare i tesisti. Ma poi si è allargato alle scuole superiori dove ai ragazzi del quinto anno è richiesta una "tesina" per l’esame di maturità. Negli anni sono passati dalle biblioteche pubbliche della zona circa ottocento studenti e intanto l’iniziativa si allarga. Ballestra è già stata ad esempio a Foggia e lunedì sarà a Roma per una lezione al Liceo Visconti. 
Novità di quest’anno è la app per smartphone: è scaricabile su Android Market e su App Store cercando “Non solo tesine”. Si possono trovare testi e segnalazioni di risorse utili per partire ad impostare una ricerca documentale nelle varie discipline di studio alle scuole superiori. La collaborazione con JSTOR, banca dati americana importante per la ricerca documentale di articoli di periodico, consentirà agli studenti di accedere anche al mondo degli articoli delle riviste scientifiche in lingua inglese.
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 febbraio 2014
Leggi i commenti

Video

La tesina di diploma? Un click non basta, ma saper cercare aiuta 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.