“Le nuove piste ciclabili merito della passata amministrazione”

Alessandro Morbi, neosegretario della Lega Nord cittadina, risponde all'assessore Giuseppe Scrivo che aveva fatto il punto della situazione sul progetto

«Le piste ciclabili in città sono merito della passata amministrazione, un grazie sarebbe bastato». Alessandro Morbi, neosegretario della Lega Nord cittadina, risponde all’assessore Giuseppe Scrivo che aveva fatto il punto della situazione sul progetto delle piste ciclabili. 
«Nel vedere finalmente iniziati i lavori della pista ciclabile lungo Viale Europa, attendavamo (con la speranza di essere smentiti almeno nei toni) le dichiarazioni dell’attuale amministrazione apparse puntualmente sui quotidiani locali – spiega Morbi -. Anzitutto, come Lega Nord, vogliamo ringraziare Regione Lombardia che ha garantito, seppur in un contesto di attuale difficoltà per tutti, il necessario finanziamento per un’opera che rimane importante e strategica. La Lega e tutta la passata amministrazione hanno lavorato concretamente negli scorsi anni con Regione Lombardia per presentare l’essenziale documentazione al fine di garantire la necessaria copertura economica all’opera».

«E questa è una delle numerose azioni concrete di collaborazione con Regione Lombardia, prova ne sono i numerosi bandi a cui il Comune ha partecipato e di cui ha sempre ottenuto il finanziamento (percorso e tutela degli argini del fontanile , parcheggio multipiano della piazza della posta, parcheggio e pista ciclopedonale di via Isonzo, pista ciclopedonale di via Albisetti, superamento barriere architettoniche…) – aggiunge Morbi -. La realizzazione del parcheggio multipiano vicino alle Poste cittadine, allora osteggiata da chi oggi vanta meriti non suoi (Scrivo ebbe a dire che, in caso di vittoria, l’avrebbe fatta smontare) e la pista ciclabile che collega Tradate a Lonate Ceppino erano infatti i primi tasselli di un puzzle che avrebbe visto finalmente Tradate come una città a misura di pedone e di ciclista. Ed oggi, lasciateci passare la battuta, siamo per fortuna ancora sulla buona strada. Ma molto c’è ancora da fare. C i limitiamo a suggerire, ad esempio, di completare il secondo tratto di ciclo-pedonale per Lonate con i dovuti pali di illuminazione, a meno che suddette piste le si intenda utilizzare unicamente di giorno . L’amministrazione attuale, tanto tronfia di sè da non riconoscere neppure i meriti di chi l’ha preceduta, aveva il dovere di trovare le coperture necessarie per finalizzare la realizzazione della pista ciclabile e non perdere il contributo regionale in scadenza, tra l’altro prorogato di un anno su richiesta proprio della stessa amministrazione. Un semplice "grazie" ci sarebbe bastato».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.