“Mai più un sindaco di centrosinistra per Saronno”

Prima assemblea pubblica per il "Club Forza Silvio" dedicato a Luigi Berlusconi. Luciano Silighini Garagnani riconfermato presidente: "In città troppe primedonne vogliono il palcoscenico"

Prima asseblea pubblica per il "Club Forza Silvio" di Saronno nella sede del “Comitato Saronno 2015” in Via Caronni. Club intitolato a “Luigi Berlusconi”, padre di Silvio e saronnese di nascita. «Il club conta 67 iscritti saronnesi e da oggi ufficialmente inizia la sua attività sul territorio cittadino – spiega Luciano Silighini Garagnani, confermato presidente del Club -. Su un libro fotografico svetta il titolo "Noi amiamo Silvio". Questo è vero, ma prima di tutto io amo questa città che mi ha adottato e dato molto e a tutti voi giuro,come mio impegno,che mai più questo Comune avrà un sindaco espressione della sinistra».

Nei punti toccati da Silighini c’è stato un attacco al PGT cittadino: «Se avremo la responsabilità di guidare il Comune lo rivedremo su alcuni punti d’urgenza come le aree dismesse che rischiano di crollare e nessuno se ne accorge. Un balcone è caduto in centro, ora aspettiamo che cadano i palazzi interi per far qualcosa?».
Sulle prossime elezioni: «Ho proposto un nome mesi fa per aprire un tavolo che unisse tutti i gruppi alternativi alla sinistra, ma troppe prime donne vogliono il palcoscenico e allora adesso tocca a me fare la diva e propongo il mio nome come candidato Sindaco presentando 10 punti di programma sul quale confrontarsi. Vediamo se ora si muove qualcosa».

«Alle Europee di primavera si capirà molto di dove andrà il centrodestra, soprattutto qui in Lombardia – chiude Silighini -. Io darò il mio appoggio a un candidato giovane perchè credo che l’Europa politica abbia bisogno di idee fresche sia nelle innovazioni che riferite semplicemente allo studio. A Saronno ho apprezzato l’intento dei consiglieri comunali Volontè e Strano che hanno creato un gruppo di lavoro cercando di contagiare nuove persone allontanate dalla politica,ma questo è utile solo se si marcia uniti. Sono felice che Favaloro e Balestrini abbiano unito un gruppo di giovani carichi e già attivi sul territorio dando vita ai comitati del NCD e vedo che anche la Lega non molla un attimo le critiche propositive verso gli amministratori cittadini. Queste forze si devono unire. I comunisti, il PD e la sinistra di sicuro non andranno divisi ma troveranno un nome unico,credo Airoldi al posto di Porro ma se il centrodestra va con 5 nomi diversi al primo turno rischiamo di perdere al ballottaggio. Si deve osare e dobbiamo vincere al primo turno tutti insieme».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.