Manconi, Civati, Anselmo chiedono verità sul caso Uva

Serata al salone estense con i due espoenti del Pd, un nuovo video sulla vicenda e davanti a un pubblico di cittadini

Il caso Uva torna a mobilitare la città. Ieri sera, lunedì 11 febbraio, al salone estense di Varese, l’associazione "A buon diritto" ha presentato un nuovo filmato, che ricostruisce le ultime fasi di vita di Giuseppe Uva. Il video, realizzato da Adriano Chiarelli, autore del documentario sulla vicenda, alterna immagini degli interrogatori dell’inchiesta, con alcuni spezzoni tratti da "Nei secoli fedele". In particolare, nelle scene mostrate al pubblico viene contestata la ricostruzione temporeale che il pm Agostino Abate fa della notte in cui Uva morì, con discrepanze temporali di circa 5 minuti per ognuno dei passaggi citati. La serata è stata introdotta da Luigi Manconi, senatore del Partito Democratico, e presidente della commissione diritti umani del senato. Insieme a lui erano ospiti Pippo Civati, dirigente nazionale del Pd, Lucia Uva, sorella della vittima, Fabio Anselmo, avvocato di Lucia Uva. Secondo quanto affermato dal senatore Manconi "questo caso va avanti da cinque anni, ma non è tutto sempre uguale. Continuiamo a chiedere verità e giustizia, ma negli ultimi tempi sono accaduti due fatti nuovi. Il pubblico ministero ha chiesto l’archiviazione, senza nessun volo, senza nessuna fantasia, rispetto a una rigida applicazione di un copione già scritto. Ma soprattutto, contro quel pubblico ministero, sono stati chiesti ben due atti di incolpazione, e non uno solo, con parole pesantissime nei suoi confronti". 

Galleria fotografica

Incontro con Manconi 4 di 5


di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 febbraio 2014
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Incontro con Manconi 4 di 5

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.