Miele varesino di Acacia verso il marchio D.O.P.

E' solo questioni di giorni e da Bruxelles arriverà il riconoscimento a uno dei prodotti più "dolci" e genuini della provincia

E’ solo questione di giorni e il Miele Varesino di Acacia diventerà D.O.P., ovvero di Denominazione di Origine Protetta, riconoscimento molto importante assegnato ai prodotti con caratteristiche proprie dell’ambiente geografico in cui vengono realizzati.

Un risultato molto importante per il Consorzio Qualità Miele Varesino, l’Associazione dei produttori apistici della Provincia di Varese e tutti gli apicoltori, che premia il lavoro cominciato otto anni fa, quando si diede inizio alla richiesta all’Unione Europea. 

Esso è anche e sopratutto un’opportunità  per i produttori come si è discusso nel convegno di questa mattina al Centro Congressi di Ville Ponti a Varese. 

"Il riconoscimento è una prima occasione – spiega il Presidente del Consorzio Fernando Fiori – per iniziare a prendere consapevolezza  delle ricadute che derivano e dalle possibilità che vengono offerte a tutti gli operatori del settore apistico".

In provincia di Varese si contano oltre seicento produttori tra professionisti, hobbisti e amatori, molti di essi hanno una lunga tradizione. La produzione del miele, infatti vanta origini molto antiche e già nei primi anni del Novecento nasceva il primo consorzio.

Le qualità del miele sono note e quello varesino, già contraddistinto dal sigillo "Miele italiano" si distingue per genuinità, freschezza, percentuale di umidità a valori minimi, cristallizzazione fine e confezioni solo in vetro.

Prima di Varese, solo la Lunigiana e le Valli Bellunesi hanno ottenuto questo riconoscimento. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 febbraio 2014
Leggi i commenti

Video

Miele varesino di Acacia verso il marchio D.O.P. 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.