Moni Ovadia in cattedra al Candiani

Il popolare attore di origini ebree è intervenuto nell'ambito delle iniziative legate al Giorno della Memoria. Molte le occasioni proposte ai ragazzi per riflettere sulla Shoah

Lezione speciale quella vissuta oggi, lunedì 10 febbraio, dagli studenti del liceo Candiani di Busto. Questa mattina è stato ospite il celebre artista bulgaro: Moni Ovadia. Lo scrittore-cantante di origini ebree, improvvisato professore, ha tenuto una lectio magistralis sul ruolo dell’arte e della cultura nella difesa della libertà e della dignità umana. 
L’evento è l’ultimo di una serie cominciata con la visita guidata al Memoriale della Shoah di Milano (Binario 21) da parte di 350 studenti, accompagnati dai loro insegnanti, in occasione del Mese della Memoria, per il quale sono state organizzate delle iniziative con lo scopo di mantenere vivo il ricordo della tragedia ebrea e trasmettere quelli che sono alcuni aspetti di questa cultura. A questo proposito è seguito, alla visita guidata, nella giornata del 27 gennaio, l’incontro video (svolto nell’aula magna del Liceo Candiani) con la proiezione del docufilm ‘GLI ULTIMI GIORNI. perchè Dio ha permesso che sopravvivessimo’ di Spielberg, preceduto da musiche e canzoni di Francesco Marelli con letture e interventi di Anna Longo, Patrizia Fazzini e Federico De Marco.

Attiva é stata anche la partecipazione degli studenti con l’allestimento dell’Aula Magna del Candiani, in collaborazione anche con il Liceo Scientifico Tosi, di una mostra sulla storia della deportazione nella città di Busto Arsizio,  alla quale è seguito in serata un concerto di musica yiddish durante il quale si è esibito il gruppo Klezmorim Maseltov. In quest’ottica è stata infine organizzata la conferenza-concerto multimediale, offerta dall’Associazione Nazionale Partigiani D’Italia Sezione G.castiglioni di Busto, che ha visto la partecipazione di Maurizio Padovan.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore