Nuovo viale alberato in via Dalmazia

Sono stati posizionati 12 nuovi carpini bianchi piramidali, che hanno sostituito i 15 ciliegi da fiore rossi, in parte morti per le aiuole inadeguate

«E’ un piccolo intervento, ma importante per il quartiere: i residenti lo chiedevano da tempo». Così l’assessore all’Ambiente Stefano Clerici ha presentato questa mattina i lavori di piantumazione in via Dalmazia, con il capoattività Pietro Cardani e l’architetto Lorenza Castelli.
Sono stati posizionati 12 nuovi carpini bianchi piramidali, che hanno sostituito i 15 ciliegi da fiore rossi, in parte morti. Sono state anche create nuove aiuole, con maggiore volume di terra, coperte da autobloccanti in modo da non creare barriere architettoniche lungo il marciapiede. I lavori hanno avuto un costo di 8mila euro. Tre delle piante previste non sono state collocate per un contenzioso con un privato sulla cui proprietà sarebbero dovute essere piantumate.

«Sono soddisfatto di questa piccola opera – ha detto l’assessore – significativa in una zona molto urbanizzata e battuta dal traffico. Non facciamo proclami, ma cerchiamo di procedere con interventi anche minimi, ma importanti per i quartieri. Abbiamo ridato dignità alla zona, sanando una situazione segnalata da tempo dai residenti stessi ed ereditata dagli anni ‘80. Con la bella stagione, e con il caldo estivo, il filare farà ombra, e svolgerà una sorta di funzione sociale, soprattutto per le persone anziane. Sono stati posizionati 12 dei 15 carpini del progetto originario: ne mancano tre perché un tratto di marciapiede appartiene ad un privato».

«I vecchi alberi – ha spiegato Cardani – si trovavano in tondelli troppo piccoli, con poca terra, che hanno causato la morte degli stessi. Erano anche rialzati rispetto al marciapiede, creando barriere architettoniche. Ora le piante si trovano in aiuole di 1,5 per 1,5 m, con un volume di terra maggiore, e senza ostacoli sul marciapiede. Gli autobloccanti garantiscono una pulizia migliore, e non permettono l’accumulo di mozziconi o sporcizia. Gli alberi cresceranno fino a 15 metri circa, in altezza, senza che la chioma si apra verso la strada».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.