Otto appartamenti per cominciare una vita nuova

Inaugurate due delle otto unità abitative destinate a un progetto di housing sociale che vede partner l'Asl, la Fondazione Carplo, i Comuni i Varese, Busto e Venegono, e il Sol.Co

L’housing sociale è uno strumento di solidarietà per dare, a chi si trova in difficoltà, la possibilità di recuperare il suo equilibrio sollevandolo dal pensiero dell’abitazione. Ed è  quello che sta facendo Asl insieme a Fondazione Cariplo e Consorzio So..Co. Varese per aiutare chi è uscito dal cercare e deve ricostruirsi una vita. 

Questa mattina, giovedì 13 dicembre, in via Conca ‘Oro a Varese sono stati consegnati i primi due appartamenti di una rete di 8 per un totale di 25 posti letto. Si tratta di due unità abitative i 2 e di 3 posti a disposizione di ex detenuti con età superiore ai 21 anni, che entro un periodo congruo di sei/dodici mesi verranno accompagnati a un nuovo percorso. In via Stendhal, invece, la casa con 4 posti sarà destinata a giovani tra i 18 e i 21 anni appena usciti di comunità, mentre quelle di Busto sono riservati a nuclei familiari multiproblematici in carico ai servizi sociali. 
Le abitazioni di Varese si affiancano, dunque, agli appartamenti già abitati di Busto e a quello di Luino, mentre il secondo nel luinense e uno a Vengono Superiore saranno pronti entro la fine dell’anno. 
Nella rete sociale sono entrati anche nel Comune di Varese, la parrocchia di san Giovanni a Busto e il Comune i Luino che reso disponibili le unità abitative. A Venegono, invece, si tratta di una proprietà confiscata alla mafia e nelle disponibilità del Comune per attività di fini sociali.
 
Per restaurare gli appartamenti di via Conca d’Oro sono stati spesi i  97,000 residuati dal bando di Regione Lombardia per il progetto Fuori di Cella. Gli altri oneri, così come tutte le spese per le azioni di accompagnamento e gestione socio educativa egli utenti e la formazione del personale addetto sono sostenuti da Fondazione Cariplo con 280.000 euro. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.