“Perchè ci dipingono così cattive”, parlando di donne con Valeria Palumbo

Sabato sera a Villa Delfina a Crenna una serata per dialogare sul ruolo delle donne nella storia, accompagnati dalle note di Walter Colombo e Carlo Rotondo

L’Associazione “Vivere Crenna” organizza per sabato 1 marzo 2014 alle ore 21.00 in Villa Delfina a Crenna, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Gallarate, una “chiacchierata” tra la giornalista e scrittrice Valeria Palumbo e Annamaria Inversetti, accompagnata dalle musiche di Walter Colombo e Carlo Rotondo.
“Perché ci dipingono così cattive”, questo il titolo della serata, è una passeggiata “grave ma non seria” tra le donne nella storia: le grandi figure del passato, come Agrippina, le regine, come Melisenda di Gerusalemme, le ribelli come Eleonora Fonseca de Pimentel, le scrittrici come Virginia Woolf e le artiste come Fanny Mendelssohn. Per raccontare come le donne ci siano sempre state, ma la cronaca l’hanno raccontata gli uomini. Per questo, le figure straordinarie che sono uscite dagli stretti binari concessi al sesso femminile sono state emarginate in vita, dileggiate, umiliate, e poi condannate o dimenticate dal racconto storico.

A punteggiare la conversazione, le rielaborazioni di vecchie canzoni, indimenticabili.

Valeria Palumbo è giornalista e storica delle donne. Crea e conduce eventi culturali e teatrali. Collabora con organizzazioni internazionali come l’Ispi, Istituto di studi politici internazionali.
Walter Colombo, matematico e uomo di spettacolo, esperto di archivi e musicista: un eclettico sempre pronto a nuove esperienze culturali.
Carlo Rotondo: fotografo, musicista. E manager. Tante esperienze portate avanti con tenacia e ironia tutta napoletana.

Sabato 1 marzo 2014

Villa Delfina – Via Donatello 9/a

Crenna di Gallarate (VA)

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore