Pgt, in attuazione il “programma operativo”

Intervento dell'assessore all'Urbanistica che traccia un punto della situazione dopo l'entrata in vigore del documento di programmazione territoriale

Con la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia n. 41 del 09.10.2013 il PGT di Saronno è ufficialmente entrato in vigore e il vecchio PRG archiviato. E’ stato un percorso lungo e complesso caratterizzato dalla volontà di realizzare un piano il più possibile condiviso dalla città.
Nello spazio del sito comunale dedicato al PGT è possibile esaminare gli elaborati approvati, ma anche ripercorrere tutte le fasi del processo di formazione e consultare i relativi documenti. Ricordo i molteplici momenti di confronto con la città, dai ragazzi delle scuole ai cittadini dei quartieri, agli enti e istituzioni. Si potrà così verificare come passo dopo passo sono stati adeguati i contenuti del piano alle aspettative della città e al parere degli enti.

Il piano non è comunque un punto di arrivo ma di partenza. Questo vuol dire che il PGT definisce i parametri e le modalità di intervento ma, in particolare per le aree dismesse, necessita di piani attuativi che devono meglio articolare queste previsioni. Occorre quindi che con questi piani attuativi si precisino meglio i contenuti e le forme della città pubblica, a partire dal recupero di aree verdi per compensare il consumo di suolo e per rendere più vivibile la città, di spazi per ridare naturalità e fruibilità alle sponde del torrente Lura, di spazi di incontro e socializzazione come piazze e orti urbani, di spazi per consentire a giovani e anziani di ritrovarsi nel loro tempo libero. Ma anche spazi per mantenere quell’insieme di funzioni che oggi caratterizzano Saronno, spazi per il lavoro, l’istruzione, la cultura, la sanità.

Infine dalle aree dismesse devono essere messi a disposizione della città spazi per far fronte alla domanda di abitazione utilizzando le quote di edilizia residenziale sociale previste dal PGT. Per stimolare la presentazione di proposte di qualità coerenti con gli obiettivi del PGT, coordinarne nel tempo l’attuazione e far si che sia garantita la capacità di sostenere i nuovi carichi da parte dei servizi a rete (acquedotto, fognatura, viabilità) il PGT prevede l’attivazione di un Programma Operativo, attualmente in fase di predisposizione. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore