Regolamento di conti contro la guardia giurata, due ragazzi denunciati

L'operatore di sicurezza aveva fermato un giovane che tentava di rubare al supermercato. Lo ha incontrato per caso il giorno vicino alla stazione, era insieme a degli amici che hanno preso a calci e pugni il vigilante

È stato un regolamento di conti contro una guardia giurata il movente del pestaggio avvenuto in stazione nei giorni scorsi, per il quale sono state denunciate oggi due persone. La vittima è un uomo di 35 anni di Uboldo, originario della Tunisia, che lavora come guardia giurata nel supermercato Carrefur della zona.
Il 35enne, nella giornata di lunedì 17 febbraio aveva fermato un ragazzo, sempre di origine tunisina, che tentava di portare via dal supermercato della merce senza pagarla. Nel restituire la refurtiva, dopo che era stato fermato, aveva anche tentato di colpire la guardia con una bottiglia, per fortuna senza andare a segno, ma riuscendo a fuggire.

Il giorno dopo però, nei bar nei pressi della stazione ferroviaria di Saronno, i due si sono reincontrati mentre la guardia giurata prendeva un caffè. Ne è nata una lite e il ladro ha iniziato a spintonare e insultare il 35enne. Non contento sono arrivati anche altri amici del ladro e ne è nata una rissa, durante la quale la guarda giurata è stata presa a calci e pugni. A un certo punto è spuntato anche un coltello, ma per fortuna è passata nelle vicinanze una pattuglia dei carabineiri e i gli aggressori si sono dispersi. L’uomo è stato portato all’ospedale e medicato: ha riportato un trauma cranico e diverse contusioni, giudicate guaribili in 15 giorni.

Intanto le indagini dei carabinieri hanno portato a identificare nelle ultime ore due degli aggressori: un 25enne di Limbiate e un 26enne di Rovello Porro, entrambi di origine tunesina in possesso di regolare permesso di soggiorno. Sono stati denunciati con le accuse di concorso in lesioni aggravate e porto d’arma bianca, in riferimento al coltello usato nella rissa. Le indagini proseguono per individuare gli altri aggressori. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.