Rendere la propria bici a pedalata assistita, un’esperienza di successo

Sabato pomeriggio Fiab Ciclocittà ha ospitato la consegna e il montaggio del kit. Trenta gli aderenti al Gruppo di Acquisto promosso da GreenGo Bikes

bici assistita fotoTrenta persone da ieri pedaleranno con più facilità, anche in salita. Risparmiando fatica ma anche soldi.
Il merito è del Gruppo di acquisto di kit di trasformazione per rendere la bici a pedalata assistita, lanciato a Varese nello scorso settembre durante la Fiera della BiPA di Fiab Ciclocittà.
L’associazione locale dei ciclisti urbani ha sostenuto l’iniziativa e ieri ha concesso la sede per il momento finale: la consegna dei kit agli aderenti e l’immediato montaggio per chi avesse voluto. Un pomeriggio aperto a tutti e che infatti ha visto la partecipazione di soci Fiab e di molti curiosi o interessati.
I kit sono stati forniti da GreenGo Bikes, realtà costituitasi in provincia di Varese per relazionarsi con i Gruppi di Acquisto. "Tutto è andato a buon fine e le persone si sono mostrate molto soddisfatte per la qualità del motore e della batteria – è il bilancio di Stefano, Luca, Giacomo, Alberto e Ignazio, i cinque promotori dell’iniziativa -. Siamo molto soddisfatti anche noi e dato l’interesse valuteremo senz’altro di riproporlo."
I trenta aderenti hanno potuto così acquistare il materiale un prezzo molto economico e riutilizzare la propria bici installandoci sopra un kit in poco tempo, grazie all’esperienza dei tecnici di GreenGo Bikes, con la garanzia che il mezzo rispetterà il codice della strada e le normative.
La lunghezza della distanze da percorrere e la conformazione del territorio in molti casi obbliga a fatiche non da tutti sostenibili: le bici a pedalata assistita possono venire incontro a queste esigenze. E’ per questo che Fiab Ciclocità ha sostenuto convintamente l’iniziativa, come spiega il presidente Beppe Ferrari: "Il nostro obiettivo è diffondere la cultura e l’utilizzo della bicicletta sia in città che per turismo. Tutte le alleanze che possono aiutare a raggiungere questo scopo sono benvenute. Con la diffusione delle BiPA pensiamo si possano spostare quote di traffico dall’auto alla bicicletta, specie nei nostri territori che non sono pianeggianti".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.