Ruba una bibita, reagisce e viene denunciato per rapina

Al commesso che lo ha pizzicato ha rovesciato addosso il contenuto della lattina vantandosi di "essere stato già in carcere". Il diciassettenne era già noto per altri reati e ora si aggiunge la denuncia da parte del commissariato

Nelle ultime ore una serie di interventi ha impegnato le Volanti del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio. L’altro ieri, 17 febbraio, un giovane ha tentato di uscire dal supermercato Sma di via Milano a Busto Arsizio senza pagare un oggetto che aveva nascosto in una tasca del giubbotto. Il suo gesto non era passato inosservato e il personale alla cassa lo ha invitato a pagare ciò che aveva furtivamente prelevato o a restituirlo. La reazione del giovane è stata di una veemenza inversamente proporzionale al valore di quanto intendeva rubare, una lattina di una bibita energetica. Il ragazzo infatti ha estratto l’oggetto dalla tasca scagliandolo con forza sul pavimento e provocandone l’esplosione. Non pago, ha recuperato la lattina da terra innaffiando con il suo contenuto i presenti, che ha anche minacciato vantandosi di essere già stato in carcere.  Infine, per guadagnare l’uscita senza conseguenze, ha spintonato uno dei dipendenti e si è allontanato.

Non è stato difficile per la Volante, sulla base della descrizione fornita, riconoscere e individuare il giovane autore del gesto che, nonostante l’irrilevante valore della lattina, deve essere qualificato come un tentativo di rapina impropria. Questa mattina una pattuglia lo ha infatti riconosciuto in un gruppo di giovani, abituali frequentatori di piazza Garibaldi e dintorni, costantemente controllati dalle Forze dell’Ordine perché fonte di disturbo per passanti e commercianti della zone e talvolta, come in questo caso, autori di piccoli reati.

Il ragazzo, un diciassettenne italiano già incorso in vicende giudiziarie per reati contro il patrimonio, è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica per i Minorenni. Tra l’altro uno degli altri giovani della compagnia, a sua volta già noto per i numerosi precedenti, è stato visto dai poliziotti nascondere un oggetto nella borsetta di una ragazza, oggetto che si è rivelato un navigatore satellitare di più che probabile provenienza illecita sul quale sono in corso accertamenti.

Durante la scorsa notte, inoltre, le Volanti impegnate nella perlustrazione della città hanno, in due distinte occasioni, sequestrato modiche quantità di cocaina e marijuana a due italiani, di 44 e 30 anni, che verranno segnalati alla Prefettura per l’irrogazione delle sanzioni amministrative previste per il possesso ed il consumo di droga. Infine, alle 21,30 di ieri, una pattuglia ha fermato un’autovettura con alla guida un quarantenne di nazionalità peruviana che, come presto accertato, non aveva mai conseguito la patente. Inevitabili il fermo della vettura e la denuncia dello straniero all’Autorità Giudiziaria

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.