Safer Internet Day: conoscere i nuovi media

Il Ministero lancia una campagna dal titolo "se mi posti ti cancello" per richiamare i giovani a un uso consapevole del web

Con la campagna ‘Se mi posti ti cancello‘ che partirà domani 11 febbraio, Il Ministero dell’Istruzione si ripropone di partecipare al progetto Generazioni Connesse (presentato esattamente un anno fa all’Auditorium del Convitto Nazionale di Roma), rivolto ai nostri più giovani .

 
Domani (martedì 11 febbraio 2014),in occasione del Safer Internet Day, giornata istituita dalla Commissione Europea, verrà lanciata dal Ministero dell’Istruzione la campagna ‘Se mi posti ti cancello’. L’iniziativa mira a promuove un uso sicuro e positivo di Internet e si rivolge ai ragazzi e ragazze con una forte call to action: un video di lancio li inviterà infatti a prendere parte ad un percorso che culminerà nella realizzazione di una web serie. La campagna si svilupperà nel corso dell’anno scolastico 2013/2014, sino alla realizzazione della web serie prevista per la seconda metà del 2014. 
L’evento fa parte del progetto Generazione Connesse – Safer Internet Center italiano – coordinato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, in collaborazione con diverse associazioni che si occupano di questo tema (Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, Polizia Postale e delle Comunicazioni, Save the Children Italia, Telefono Azzurro, Cooperativa E.D.I. e Movimento Difesa del Cittadino). La giornata si aprirà con la rappresentazione teatrale ‘nella rete’ ( dalla Compagnia ‘Teatro del Buratto’ di Milano) incentrata sulle esperienze online delle nuove generazioni, con anche momenti di coinvolgimento ‘domanda e risposta’ tra gli studenti presenti e gli educatori del progetto.

E’ di oggi, invece, il dibattito (promosso dall’Associazione Telefono Azzurro) sui problemi e i rischi quotidiani che incontrano i ragazzi d’oggi navigando nel Web: tra chat, social network, instant messaging ed altro ancora, i nostri giovani sono sempre più disinvolti nell’uso di queste piattaforme di comunicazione senza, spesso, tener conto dei pericoli a cui si può andare incontro. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.