Tenta di violentare la barista, arrestato dai carabinieri

I militari della stazione cerrese erano stati allertati dal titolare del bar. Subito intervenuti hanno trovato la donna sconvolta e si sono messi alla ricerca dell'aggressore, trovato poco dopo con due coltelli agganciati alla cintura

Da normale cliente a violentatore, finisce in manette un 58enne di Cerro Maggiore pregiudicato e disoccupato. L’accusa formulata dai carabinieri della Stazione di Cerro Maggiore è quella di violenza sessuale e porto abusivo di coltelli. I militari, allertati dal titolare di un locale di Cerro Maggiore per una lite tra un uomo e una donna, sono subito arrivati sul posto e hanno trovato una donna 50enne, di Cerro Maggiore, che, molto concitata, spiegava ai carabinieri di essere appena stata aggredita, all’interno del bar da un uomo armato di due coltelli che le richiedeva insistentemente una prestazione sessuale in cambio di una somma non precisata di denaro.  

Alla sua risposta negativa, l’ha minacciata di morte con i due coltelli. L’uomo, grazie alle descrizioni fornite, è stato subito rintracciato dai militari e , dopo una perquisizione, è stato trovato in possesso di due coltelli con la lama di circa 30 cm che teneva agganciati alla cintura dei pantaloni. L’aggressore è stato quindi arrestato e portato nel carcere di Busto Arsizio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.