Ticino: più controlli contro irregolarità e concorrenza sleale

Obiettivo del governo del Cantone è quello di tutelare il tessuto economico domestico e il mercato del lavoro

Il Canton Ticino intensificherà i controlli sul mercato del lavoro al fine di individuare irregolarità potenzialmente dannose per il sistema economico locale. Il Consiglio di Stato ha approvato una proposta volta a rafforzare gli organi di controllo del mercato del lavoro. Da subito, l’Ufficio per la sorveglianza del mercato del lavoro (USML) e l’Ufficio per l’ispettorato del lavoro (UIL) «saranno potenziati di una, rispettivamente due, unità».

Tutela del mercato domestico – Con questo provvedimento il Cantone vuole «dimostrare la volontà di agire a tutela del mercato del lavoro e del tessuto economico cantonali concretizzando in tempi brevi quanto previsto dalla misura 39 del rapporto “Lavoratori frontalieri, fornitori di prestazioni indipendenti esteri e lavoratori distaccati in Ticino” presentato il 12 dicembre 2013». 

Rispetto delle norme su salari minimi – «L’esigenza del potenziamento degli effettivi a disposizione del Cantone è da ricondurre in particolare al rafforzamento delle misure d’accompagnamento alla libera circolazione delle persone (la possibilità di sanzionare il mancato rispetto dei salari minimi previsti dai contratti normali di lavoro e il rafforzamento della lotta alla pseudo-indipendenza) e all’aumento degli ispettori presso l’Associazione interprofessionale di controllo che genera un maggior onere amministrativo per la gestione delle procedure di contravvenzione a carico di aziende dei settori dell’edilizia e dell’artigianato che violano le disposizioni della legge sui distaccati».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore