Torna la giornata del farmaco per aiutare i malati in difficoltà

Sabato 8 febbraio ritorna la giornata per acquistare farmaci da donare alle associazioni che si occupano di assistere persone in difficoltà. Ecco la lista delle farmacie aderenti

Sabato 8 febbraio ricorre la XIV Giornata di Raccolta del Farmaco, realizzata dalla Fondazione Banco Farmaceutico onlus in collaborazione con Federfarma e CDO Opere Sociali, che si terrà in oltre 3400 farmacie distribuite in 95 province e in più di 1.200 comuni.
A Busto aderiscono le farmacie Agesp Servizi 3, SS. Apostoli, Borsano, Bossi Emanuela, Carmellino, Consolaro, Perina, Mazzucchelli, Paroni: qui si potranno acquistare e donare farma­ci da automedicazione che verranno destinati alle persone in stato di povertà su tutto il territorio nazionale farmacie.
Oltre 14.000 volontari accoglieranno i cittadini che vorranno aderire all’ini­ziativa. A beneficiare della raccolta saranno le oltre 600.000 persone che quotidianamente vengono assistite dai 1.506 enti assistenziali convenzionati con la Fondazione Banco Far­maceutico in tutta Italia.

In 13 anni, durante la Giornata di Raccolta del Farmaco, sono stati raccolti oltre 3.050.000 farmaci, per un controvalore commerciale superiore ai 20 milioni di euro. La Giornata di Raccolta del Farmaco si svolge sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e grazie al sostegno di AssoSalute (Associazione nazionale delle industrie farmaceutiche dell’automedicazione) di FOFI (Federazione Ordini Farmacisti Italiani), del­le aziende che hanno risposto all’appello di Banco Farmaceutico con proprie donazioni: Boehringer Ingelheim, EG EuroGenerici, DOC Generici, Johnson&Johnson, Zambon, My­lan, Nova Argentia e Pfizer, di Alliance Healthcare per l’assistenza logistica, e anche grazie al supporto dei media partner: l’agenzia di stampa DIRE e il quotidiano Avvenire con la collaborazione della testata nazionale della TGR. “Di fronte ad una crisi economica – spiega Paolo Gradnik, presidente della Fondazione Ban­co Farmaceutico onlus – che colpisce sempre di più famiglie ed anziani, siamo convinti che iniziative come la Giornata di Raccolta possano essere per tutti l’occasione di donare speran­za a chi l’ha persa, con un gesto semplice come la donazione di un farmaco”. “I dati sull’aumento della povertà sanitaria in Italia – aggiunge Gradnik – sono drammatici, con un incremento del 60% in 5 anni e il coinvolgimento di oltre 4,8 milioni di persone che materialmente non hanno la possibilità di acquistare i medicinali, nemmeno quelli che ne­cessitano di prescrizione medica”. “Sabato 8 febbraio – conclude Gradnik – siamo chiamati tutti a compiere un gesto di re­sponsabilità e di solidarietà. Possiamo superare la crisi la solo facendo rete e sostenendo quanti sono in difficoltà e meno fortunati”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore