Una borsa di studio per i laureati in economia e ingegneria

Grazie al contributo di Creden Spa, l’università ha bandito un concorso per un premio di tesi dell’importo di 1.500 Euro

Si aggiunge un nuovo tassello alle iniziative promosse dalla LIUC – Università Cattaneo per sostenere economicamente i propri studenti, premiando il merito: grazie al contributo di Creden Spa (società di credit engineering con sede a Sesto San Giovanni), l’Università ha bandito infatti un concorso per un premio di tesi dell’importo di 1.500 Euro.
I destinatari sono laureati di secondo livello (laurea magistrale) in Economia Aziendale e Ingegneria Gestionale della LIUC – Università Cattaneo.
Tre i requisiti fondamentali per poter concorrere:
– il candidato dovrà aver conseguito la laurea nel periodo compreso tra luglio 2012 e luglio 2014
– la tesi dovrà riguardare uno dei seguenti argomenti, ovvero “come migliorare la liquidità aziendale” o “come rendere efficace la gestione del credito”
– dovranno essere stati superati tutti gli esami del primo e del secondo anno di laurea magistrale con una media voti complessiva del piano di studi non inferiore a 25/30.
Inoltre, Creden Spa offrirà uno stage di 6 mesi a una persona che verrà selezionata tra i partecipanti al concorso. Il termine per la presentazione della domanda è il prossimo 31 luglio 2014.
L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle tante opportunità offerte dal Servizio Diritto allo Studio della LIUC. Per l’anno accademico 2013/14 sono stati erogati 169 contributi basati su merito e reddito o su solo merito, di importo unitario variabile da 1.500 Euro a oltre 6.000 Euro, raccolti su fondi di diversa provenienza, pubblica e privata; 18 studenti fuori sede beneficiano di un contributo per l’alloggio presso la Residenza interna su fondi regionali, che copre dal 36 al 100% del costo annuale e circa 60 studenti lavorano ogni anno all’interno dell’ateneo tramite le collaborazioni retribuite (le cosiddette 150 ore).
E ancora: 178 sono gli studenti che beneficiano di agevolazioni riguardanti il pagamento della retta universitaria, quali lo sconto in base al voto di maturità superiore a 90/110 (dal 12,5 al 50% della retta stessa) o l’esonero completo previsto dalla normativa in materia di diritto allo studio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.