Una consulta per coordinare gli aiuti ai bisognosi

Nasce dalla consapevolezza della necessità di un coordinamento che faciliti un lavoro collettivo

Mercoledì 19 febbraio, nella suggestiva “Sala degli Stemmi” del Comune di Legnano, si è riunita per la prima volta la nuova Consulta per la promozione della cultura del dono e per la definizione della strategia erogativa, composta dai rappresentanti dei Comuni di Abbiategrasso, Legnano, Magenta, Parabiago, Arluno, Busto Garolfo, Canegrate, Castano Primo, Cerro Maggiore, Corbetta, Cuggiono, Mesero, Robecco sul Naviglio, Turbigo e Vanzaghello, oltre ai rappresentanti del Forum Legnanese del Terzo Settore, dell’Azienda Ospedaliera di Legnano, della Zona Pastorale IV della Diocesi di Milano, di Confindustria Alto Milanese, di Confartigianato Altomilanese, della Fondazione per Leggere di Abbiategrasso e della Caritas Ambrosiana.

La creazione di questo organismo è nata dalla consapevolezza della necessità di un coordinamento che faciliti un lavoro collettivo, che produca proposte e richieste incisive dedicate al territorio e che garantisca il massimo grado di partecipazione e di rappresentatività.
Durante l’incontro, è stata eletta all’unanimità portavoce della Consulta la Signora Paola Mazzullo di Robecco sul Naviglio, la quale inizierà a raccogliere idee e proposte e coordinerà i lavori a partire dal prossimo incontro, già in programma per il 3 marzo p.v., tenendo conto dei tempi ristretti previsti per l’emanazione dei bandi 2014. In seguito all’emanazione dei bandi, il compito della Consulta sarà quello di seguire la realizzazione dei progetti e l’elaborazione di un piano per la raccolta fondi.
Il lavoro sarà impegnativo ma indispensabile per la definizione di una strategia erogativa efficace per tutto l’anno in corso.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore