Vladimir Luxuria arrestata a Sochi

L'ex deputata è stata arrestata a Sochi dalla polizia russa con mentre sventolava la bandiera con la scritta in russo "Essere gay è ok"

Vladimir Luxuria è stata arrestata a Sochi dalla polizia russa mentre sventolava la bandiera con la scritta in russo "Essere gay è ok". Lo ha rivelato Imma Battaglia, presidente onorario di ‘Gay Project’. Sul suo profilo Facebook scrive: "le poche parole che Vladimir mi ha detto sono state: mi hanno preso con la bandiera mi hanno portato via sono chiusa in una stanza parlano solo in russo e non capisco niente aiutami". Imma Battaglia spiega che c’è stato l’intervento immediato di Emma Bonino e che la Farnesina ha attivato un’unità di crisi.
Le associazioni gay intanto, hanno indetto per domani sera, alle 20, un presidio all’ambasciata russa a Roma per chiedere l’immediato rilascio di Vladimir Luxuria. In tanti stanno dimostrando la loro solidarietà a Luxuria e su twitter chiedono la sua scarcerazione immediata con #freeluxuria. Nella foto il tweet di Vladimir Luxuria da Sochi. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.