Zona franca, mozione urgente in Regione

Il documento chiede inoltre che la Lombardia possa partecipare alle discussioni tra Italia e Svizzera nelle questioni relative ai frontalieri

Partecipare alle discussioni tra Italia e Svizzera nelle questioni relative ai frontalieri – anche alla luce del recente risultato della votazione federale – e attivarsi presso il Governo Letta per arrivare alla realizzazione di "zone franche" di confine che consentano di recuperare competitività alle imprese grazie ad imposte più basse.
Sono questi i punti cardine della mozione urgente depositata oggi presso il Consiglio regionale dalla Lega Nord, sottoscritta da quasi tutti i gruppi e la cui votazione è stata posticipata a domani, martedì 12 febbraio.

"I lavoratori frontalieri provenienti dalla Lombardia, in particolare dalle Provincie di Varese, Como e Sondrio, sono circa 60mila: è pertanto doveroso che la Regione abbia un ruolo di assoluto rilievo nelle discussioni con i Cantoni Ticino e Grigioni – commenta Francesa Brianza, consigliera varesina della Lega Nord e prima firmataria del documento -. Le rivisitazioni dei trattati con l’Unione europea dovranno essere attuate entro tre anni dalla consultazione ed Ë quindi indispensabile muoversi in tempo per evitare eventuali ripercussioni sui lavoratori frontalieri lombardi che vogliamo tutelare".

Una parte importante del documento è dedicato all’introduzione di "zone franche":"La mozione chiede alla Giunta e al presidente Maroni anche di attivarsi presso il Governo nazionale per l’attuazione di un sistema fiscale di compensazione e competitività per i territori della Lombardia di confine con la Svizzera – conclude la consigliera Brianza -. Questo attraverso l’introduzione di norme atte a stabilire uno speciale regime fiscale e amministrativo mitigato e semplificato per le attività economiche, finalizzato alla compensazione del divario competitivo esistente».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.