Eidos e la filosofia del legno, due varesini al Fuorisalone 2014

Al Fuori Salone i complementi di arredo di Samuele e Stefano ispirate ai misterioso solidi platonici realizzati in collaborazione con Slow Wood

Eidos La storia è di quelle che affondano le radici nell’antichità. Quella più affascinante e vivace, che porta il nome di Platone. Samuele Zanardo e Stefano Sassi, artigiani varesini del legno, si sono infatti liberamente ispirati al libro che tratta i misteriosi Solidi Platonici per realizzare il progetto "Eidos",  in collaborazione con Slow Wood.
Complementi di di arredamento dalle forme geometriche e dalle linee marcate che saranno presentati al Fuori Salone 2014, allo spazio di Largo Richini 14 (dall’8 al 13 aprile, dalle mar-sab 11.00-21.00, dom 11.00-18.00). Non semplici oggetti ma espressione di una vera e propria filosofia che riporta antichi significati sposandoli con un design nuovo ed elegante. Quattro elementi di arredo che al loro interno nascondono meccanismi per il movimento, giochi di luci e ombre, cassetti segreti azionati a forza magnetica e molto altro ancora.

Galleria fotografica

Due varesini al Fuorisalone 2014 con "Eidos" 4 di 7

Come i poliedri (dal greco "polys" molti ed "edra" faccia) erano abbinati ai 4 elementi naturali (fuoco, terra, aria, acqua ), anche i mobili mantengono un legame con la natura e ne contengono una piccola parte, conservando la loro forma geometrica originaria. Realizzati secondo le tecniche artigianali, i quattro elementi si presentano così come arredi semplici ma d’impatto, richiamando in tutte le loro caratteristiche gli elementi ancestrali voluti da Platone.

Ecco quindi il tetraedo, solido a quattro facce a triangolo equilatero. Platone lo associava al fuocoper la sua penetrante acuità dei vertici, e perchè è il più semplice e fondamentale tra i solidi regolari. Poi l’esaedro o più comunemente detto cubo, associato dal filosofo greco alla terra. All’internonasconde un meccanismo magnetico creato su misura che permette di aprire i cassetti tramite lo sfregamento una piccola chiave magnetica in un determinato punto dei lati.
L’ottaedro è invece un oggetto che capovolge l’idea dell’arredo classico (a lato) perchè sospeso nell’aria e utilizzabile come portaoggetti o come scrigno segreto, posizionabile secondo le esigenze. Platone lo considerava intermedio tra il tetraedro, o fuoco e l’icosaedro, o acqua , perciò lo assegnava all’elemento aria.
L’ ultimo dei solidi è l’icosaedro che per le dimensioni più grandi a parità di area rispetto agli altri solidi, Platone lo associò all’acqua considerata un fluido più denso e meno penetrante rispetto a fuoco e aria.
I pezzi saranno poi esposti nello showroom di Slow Wood LabStore (Foro Buonaparte 44/a) Milano che apre, in occasione del Salone del Mobile, nel cuore di Milano, nel Brera Design District e che vorrà essere l’anima culturale e commerciale della nuova attività, un luogo di incontro dove prodotti di alto design faranno da contorno a una serie di incontri per esperti del settore e appassionati.

EIDOS – Slow Wood 
Fuori Salone 2014,
allo spazio di Largo Richini 14
dall’8 al 13 aprile, dalle mar-sab 11.00-21.00, dom 11.00-18.00

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 aprile 2014
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Due varesini al Fuorisalone 2014 con "Eidos" 4 di 7

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.