A scuola e in montagna: le priorità sportive della Regione

La Commissione apposita ha approvato le linee guida in materia di sport necessarie dopo i tagli del Coni. Soddisfatto il relatore Luca Ferrazzi

Sono state approvate quest’oggi all’interno della apposita Commissione regionale le linee guida e le priorità di intervento del triennio 2015-17 in materia di promozione dello sport in Lombardia. Un passaggio importante visto il periodo di crisi che ha costretto a diversi tagli nel settore.
A spiegare le scelte è Luca Ferrazzi, il politico gallaratese che è presidente della commissione stessa e relatore del provvedimento: «Il documento stabilisce i criteri per l’erogazione dei contributi regionali; le linee guida, scelte dopo avere recepito le finalità di una legge approvata a ottobre, definiscono quali dovranno essere gli interventi prioritari sul terriotrio in modo da permettere un’adeguata promozione sportiva nonostante i tagli imposti a livello centrale».
Ferrazzi parla di valorizzazione e adeguamento delle strutture esistenti e e prosegue: «Le stesse linee guida indicano come prioritari gli interventi volti a favorire le manifestazioni dello sport di base e la diffusione dell’attività fisica e motoria nella scuola con il sostegno alle famiglie per i costi correlati (la cosiddetta "dote sport") oltre a sviluppo e monitoraggio dell’impiantistica con l’istituzione di un’apposita anagrafe. Tra le priorità inoltre c’è la qualificazione delle professioni sportive di montagna e quella degli impianti, con la messa in campo di una serie di interventi finalizzati a rendere più sicuri piste, sentieri e strade ferrate».
«L’auspicio – conclude Ferrazzi – è che possano essere reperite ulteriori risorse per raggiungere a pieno tutti gli obiettivi contenuti nella legge e nelle linee guida».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.