Addio al kebab di Corso Matteotti

Ha chiuso i battenti il negozio del salotto buono della città: ai clienti, il gestore, Bozan Bozan, ha detto che doveva tornare in Turchia

Ha chiuso i battenti il negozio di Bozan Bozan, il gestore del Kebab di Corso Matteotti. Ai clienti che lo hanno salutato per l’ultima volta, nei giorni scorsi, ha dichiarato che doveva tornare in Turchia. Oggi rimane solo la sua bella insegna, verde con un fumetto che mostra il prodotto, mentre i vetri sono stati coperti con la carta di giornale. Un po’ dispiace, perchè il kebab di corso Matteotti era stato uno dei primi ad arrivare a Varese. Vendeva il panino, ma anche i dolcetti al miele, il budino al riso, e le patatine fritte. Si tratta di una delle prime inversioni di tendenza rispetto alla grande diffusione dei kebab in provincia di Varese e ovviamente in tutta Italia. Il basso costo e la velocità di fruizione hanno fatto del kebab, nel tempo, un successo commerciale, ma in corso Matteotti pesava anche l’alto costo degli affitti.

(La triste immagine del kebab chiuso in corso Matteotti)

Resistono, invece, nella città di Varese gli altri take away, come il Mezopotamia di via Sacco, caratterizzato dalla cottura istantanea in forno del panino, e il pakistano della stazione Nord, o ancora il negozio di piazza XX Settembre, solo per citarne tre molto frequentati nel centro cittadino. La mania del panino kebab era stata tale, negli anni scorsi, che a Bobbiate ad esempio anche degli italiani avevano iniziato a venderlo, mentre a Bodio Lomnago un’azienda produce i macchinari per confezionare il tradizionale sandwich turco. In via Como un negozio gestito da curdi ha sostituito una storica libreria.

(foto, Bozan Bozan, poco prima della sua chiusura)

GALLERY: VITA DA KEBABBARI 

Se parliamo però di take away, o comunque fast food, ormai in città è una lotta tra esercenti di tutti i tipi e di tutte le tradizioni: ci sono i take away giapponesi e cinesi, c’è una polenteria lombarda in via Rossini, ci sono i misti di pizza e kebab come “Il Gabibbo “ di Masnago”, gli americani Mc Donald’s e Fuddruckers in via Morosini, o ancora le storiche paninoteche all’italiana come il Golden Egg di via Avegno. Hanno riscosso buon riscontro anche le piadinerie e la tigelleria modenese in via san Michele. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.