Allagamento e caldaia ferma, niente lezioni all’Ipc Falcone

La presenza di acqua nella palestra e nel piano interrato ha fatto saltare la corrente, guasto scoperto stamattina. Rimessi in funzione gli impianti, si riparte giovedì mattina

Black out e caldaia ferma "regalano" un giorno di vacanza in più alle centinaia di studenti dell’Ipc Falcone di Gallarate: ragazzi e ragazze arrivate davanti alla scuola questa mattina, mercoledì 7 gennaio, hanno trovato un cartello che avvisava del problema e annunciava la chiusura nella giornata odierna. «C’è stato un allagamento del piano palestra, pare per un problema alle pompe idrauliche» spiega la dirigente scolastica Marina Bianchi.

L’edificio scolastico scuola è da ottobre gestito in convenzione all’ente Provincia di Varese: il dirigente tecnico Roberto Bonelli spiega che il blocco delle pompe è scaturito da un guasto alla cabina di distribuzione primaria dell’energia elettrica Enel. L’allagamento della palestra della scuola ha provocato lo stop all’impianto elettrico e anche alla caldaia di riscaldamento, lasciando la scuola al buio.

«Sabato eravamo in istituto e non c’erano problemi, è avvenuto negli ultimi giorni», spiega ancora la dirigente. In poco tempo l’impianto elettrico è stato ripristinato, più lenta la ripresa del riscaldamento (la caldaia è stata riavviata). «Almeno dal punto di vista termico abbiamo risolto, stiamo lavorando anche per sistemare la palestra», usata anche da società sportive. «Pensiamo di poter garantire i corsi serali già questa sera, domani la scuola sarà aperta».

L’attuale sede centrale dell’Ipc Falcone è stata inaugurata nel 2010, è costata 26 milioni di euro ed è la più moderna delle scuole gallaratesi. Già in passato erano stati segnalati allagamenti della palestra, da parte di docenti e studenti. Al di là del guasto elettrico di questi giorni, va segnalato che di recente l’affioramento dell’acqua di falda sta creando problemi in diversi punti in città, ad esempio nei capannoni industriali di via Confalonieri, nel parcheggio sotterraneo Seprio Park e nei sotterranei di alcuni stabili privati.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.