Apre a Carnago la biblioteca che non chiude mai

Viene inaugurato domenica 18 gennaio. Avrà più di diecimila volumi a disposizione, un’area per ragazzi, un’emeroteca, un’aula dedicata agli adolescenti. E soprattutto sarà aperta sette giorni su sette

Più di diecimila volumi a disposizione, un’area per ragazzi, un’emeroteca, un’aula dedicata agli adolescenti, postazioni internet, un’aula laboratorio, una sala multimediale e un’ampia area per lo studio e la consultazione dei testi: BICA, la nuova biblioteca comunale di Carnago, sarà inaugurata domenica 18 gennaio alle ore 10,00.
La nuova sede, frutto dell’ampliamento e riqualificazione della precedente, si trova in via Libertà, 5. 530 mq su due piani di locali moderni e funzionali, nati dalla ristrutturazione di un edificio antico, attestato già in epoca settecentesca, strutturato attorno a una corte. I lavori hanno consentito di dotare la biblioteca di dispositivi in radiofrequenza per il controllo inventariale immediato dei libri, che consentono il servizio self service del prestito a favore degli utenti. Sono stati inoltre riqualificati gli spazi interni, allestiti nuovi arredi, tra i quali il nuovo desk d’accoglienza, e installati nuovi impianti d’illuminazione a basso consumo energetico.

Un ulteriore vanto per la BICA è l’apertura al pubblico sette giorni su sette, l’unica Biblioteca nel varesotto e una delle poche in Italia con un orario così ampio, diventerà così il luogo per eccellenza di incontro e di confronto culturale di Carnago, uno spazio democratico, bello e funzionale, a disposizione dei cittadini.

Durante l’articolata inaugurazione del 18 gennaio, che vede in programma eventi dislocati in ogni sala della biblioteca durante tutta la giornata, interverranno il Sindaco Maurizio Andreoli, l’Assessore alla Cultura Alvaro Guidolin, il Consigliere Regionale Alessandro Alfieri, il Presidente della Provincia di Varese Nicola Gunnar Vincenzi e il Prefetto di Varese Giorgio Zanzi.
Spiega il Sindaco Andreoli «Sarà un momento di grande soddisfazione per tutti i cittadini e per l’Amministrazione Comunale».
«L’obiettivo che avevamo – afferma l’assessore alla Cultura Alvaro Guidolin – non era solo quello di migliorare e modernizzare la struttura esistente, ma soprattutto quello di valorizzarne ulteriormente il ruolo, convinti come siamo che la biblioteca comunale possa davvero svolgere un ruolo fondamentale nell’affermazione dei valori distintivi della nostra comunità. L’ammodernamento delle strutture e dei servizi, la connessione wi-fi veloce e gratuita, la qualità degli spazi, l’arricchimento del patrimonio documentario, sono tutti elementi di un progetto coerente finalizzato a creare un centro culturale a tutto tondo, in cui accrescere e ottimizzare le possibilità d’accesso al sapere, la tutela della memoria e le attività socializzanti. BICA è un luogo dove la cultura sarà protagonista in tante forme, un luogo vivo e aperto alla fruizione di tutti. Il nuovo corso della biblioteca è solo uno dei risultati davvero importanti che la nostra Amministrazione sta cogliendo in ambito culturale, frutto di un lavoro di squadra orientato, stimolato e sostenuto in primo luogo dal nostro sindaco, che stimo e ringrazio».
BICA è anche su Facebook: www.facebook.com/bicacarnago

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.