Bolzonella trascina la Robur all’impresa esterna

Il play segna 28 punti e conduce la Coelsanus al successo sul campo dell'ex capolista Livorno. Legnano si ferma a Treviso; in Serie C Gazzada perde ma resta in testa davanti a Saronno che supera Lissone

SERIE A2 SILVER – Su un campo storico per il basket italiano, come il PalaVerde di Treviso casa della Benetton dei tempi d’oro, tocca un’altra capolista per Legnano dopo la vittoria su Ravenna ma questa volta l’esito è differente. La partenza tra gli Knights e Treviso è di grande equilibrio, segnata da una parte da Powell (13 punti, 13 rimbalzi) e dall’altra da Frassineti (21 punti, 6 rimbalzi) che tiene la Europromotion in partita per tutto il primo quarto che finisce sul 15-14. Anche nella seconda frazione per i primi minuti prevale l’equilibrio, ma sul 22-22 Legnano si spegne e Treviso infila un 15-0 che influenzerà l’intera partita; nella pausa lunga il tabellone è sul 43-25. Nella ripresa poco cambia, la De’ Longhi fa la partita e Legnano prova a non affondare troppo affidandosi a qualche spunto del buon Frassineti. Con il 52-34 del 30′, c’è ormai poco da fare e la partita è virtualmente finita; tant’è vero che anche i due coach ne approfittano per far entrare in campo tutta la panchina a disposizione, con i veneti a mantener saldo il vantaggio, fino al 69-51 della sirena finale.
Classifica: Ravenna 26; Treviso 26; Treviglio 26; Tortona, Recanati, Reggio Calabria, Ferrara 22; Chieti 20; LEGNANO, Omegna, Imola 18; Latina, Scafati, Roseto, Matera 14; Piacenza 8.

SERIE B – La Coelsanus di coach Passera si mette in tasca la seconda vittoria di fila battendo Livorno (73-79), fino a ieri capolista, pochi giorni dopo il successo nell’infrasettimanale contro la terza forza del campionato Piombino. I gialloblu comandano per quasi tutti i 40′ filati e resistono senza troppi affanni al tentativo di rimonta di Livorno arrivato a -1 più volte nel corso degli ultimi minuti. Parte dunque bene la Robur che infila uno 0-11 secco in avvio mentre la squadra toscana non si scuote né con il time-out chiamato da coach Quilici né con il cambio del quintetto. La Robur spinta da capitan Rovera e da uno scatenato Bolzonella tocca il massimo vantaggio del match al 16’ (17-32), ma nel terzo quarto comincia ad accusare un po’ di fatica
così  Livorno risale a – 6 (40-46 al 25’). I padroni di casa non si perdono d’animo e segnano il 59-60 a 4’35’’ dalla sirena finale, ma la Coelsanus porta a casa una meritata vittoria, figlia non solo di un Bolzonella in grande spolvero (28 punti, 10/10 liberi, 7 rimbalzi, 3 assist, 3 recuperi), ma di tutta la banda Passera. Complimenti doppi tra l’altro alla Robur et Fides, perché nessuno prima di loro era riuscito a battere i labronici sul loro parquet.
Vittoria fondamentale invece in chiave salvezza quella della Ltc Sangiorgese contro la Mamy Oleggio, che si riscatta così dalla sconfitta precedente contro Cecina; il tabellino ha decretato 67-49 per la Ltc che sale così a 14 punti in classifica.
Classifica: Siena 26; Livorno 24; Valsesia, Cecina, VARESE 22; Piombino 20; Bottegone 16; SANGIORGESE 14; Pavia, Oleggio, Mortara 12; Monsummano, Empoli 10; Torino 8.

SERIE C – Dopo la bella vittoria infrasettimanale contro Manerbio, il 7Laghi Gazzada ferma a Basiglio la sua striscia positiva a quota 8 vittorie, ma almeno nel grigiore della serata milanese non perde la sua leadership in classifica, complice lo scontro diretto tra Saronno e Lissone. Milano3 ferma dunque la corsa dei gialloblu per 85-76 in una serata proprio no, soprattutto dall’arco (bene ancora Terzaghi con 22 punti e 10 rimbalzi). Ora due super-match casalinghi per la squadra di Garbosi; mercoledì alle 21 l’andata di coppa Italia contro Alba, e sabato derby ai piani alti contro Saronno. Imo che, come detto, ha visto la luce in fondo al tunnel dopo tre ko di fila, battendo nel big match della giornata Lissone (79-73) e riportandosi all’inseguimento di Gazzada; 19 punti per Rossetti e 17 di Gurioli nella squadra di Piazza. Ennesimo stop infine per la Baj Valceresio, che perde 74-68 sul campo di un buon Manerbio nonostante una prova ottima da parte del pivot Zattra, 19 punti e 10 rimbalzi.
Classifica: GAZZADA 28; Lissone, SARONNO 26; Manerbio, Milano3 24; Opera, Iseo 22; Calolziocorte 20; Bernareggio, Olginate 18; VALCERESIO 14; Nervianese, Piadena 12; Boffalorese 10; Cantù 2.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.