Busto cala l’asso: espugnata Novara al tie break

Grande prova della Unendo Yamamay che vince in casa della capolista e conferma la propria crescita. Diouf comanda l'attacco con 29 punti. Gioia Parisi: "Il muro e l'atteggiamento hanno fatto la differenza"

Galleria fotografica

Novara - Uyba, la vittoria delle farfalle 4 di 20
(Uno dei 29 punti di un’inarrestabile Diouf / foto di R. Gernetti)

Una meravigliosa Unendo Yamamay vince la sfida esterna contro la capolista Igor Gorgonzola Novara per 2-3 (25-22, 19-25, 25-22, 16-25, 9-15). È stata una partita lunga ed estremamente combattuta ma le ragazze di coach Parisi hanno messo in campo tanta determinazione e hanno fatto mostrato bel gioco e tratti di grande spettacolo. Tantissimi i tifosi biancorossi accorsi al Pala Terdoppio per sostenere le proprie beniamine; MVP della serata è Valentina Diouf, miglior realizzatrice della formazione bustocca con ben 29 punti (45%) fugando così ogni dubbio sulle non perfette condizioni fisiche per le quali era rimasta a riposo a Dresda. Bene anche Havelkova (16 punti) e Lyubushkina come buona è stata la prova della palleggiatrice Wolosz e della capitana Francesca Marcon, fondamentale nei momenti cruciali.
Prestazione con i fiocchi anche per Leonardi, sempre presente sugli attacchi delle avversarie. Coach Pedullà ha dovuto fare a meno di Noemi Signorile, influenzata; la Igor si è però appoggiata sulla verve di Barun (20 punti), Hill (13) e Klinemann (13) che però si sono trovate di fronte ai "muroni" delle farfalle (19 totali), in particolare di Lyubushkina (7) e Pisani (5). La Igor tra l’altro era fino a questa sera imbattuta sul terreno amico e anche questo dato dà la cifra dell’impresa portata a termine dalle biancorosse. E grazie a questa splendida vittoria Busto sale al sesto posto in classifica e nei prossimi giorni preparerà con grande carica la prossima sfida di Champions contro la Dinamo Mosca (mercoledì al Palayamamay) e di campionato contro Montichiari di domenica 25 (inizio anticipato alle ore 17 per la diretta televisiva su Sportitalia).

(Buona la prova di Wolosz in regia / foto di R. Gernetti)


LA PARTITA
– Parisi si affida a Wolosz in regia, Diouf opposto, Pisani e Lyubushkina al centro, Marcon e Havelkova in attacco, Leonardi libero. Il primo set inizia in equilibrio con le due formazioni che combattono punto a punto. Un paio di spunti positivi di Barun e Klineman portano Novara sull’8-6 ma le ragazze di coach Parisi reagiscono ritrovando il dieci pari. Al rientro dal time-out tecnico le ragazze della Igor si portano in vantaggio grazie agli attacchi di Barun e ai muri di Chirichella. Sul 22-19 Parisi inserisce Perry su Marcon e l’americana segna subito il 22-20. I muri di Diouf e Lyubushkina annullano due palle set per le avversarie ma Chirichella riesce a chiudere il set sul 25-22.
Il secondo parziale parte bene per la Unendo Yamamay subito avanti per 1-5. Gli attacchi di Havelkova e Lyubushkina bucano la difesa delle piemontesi e coach Pedullà è costretto a fermare il gioco sul 4-10 per cercare di riportare la concentrazione tra le sue e per dare loro qualche indicazione tecnica ma al rientro la situazione non cambia e Busto si porta sul 7-16. Nuovo stop per la Igor e stavolta al rientro in campo Chirichella e Barun danno una scossa al set e si portano sul 13-17. Il trio Diouf, Havelkova e Lyubushkina però non lascia scampo alle piemontesi e chiudono il set per 19-25.
Il terzo set inizia con grande equilibrio, le squadre avanzano punto a punto con un gioco di grande spettacolo che esalta il tifo del palazzetto. Partita estremamente combattuta fino al 18-18. Nel finale Guiggi e una scatenata Klineman portano avanti la formazione piemontese fino alla vittoria per 25-22.
Quarto parziale ancora in grande equilibrio fino al time-out tecnico (10-12) con le farfalle che fanno vedere una bella pallavolo in tutti i fondamentali. Busto prende in mano le redini del gioco e si porta sul 12-17. Novara reagisce e accorcia le distanze (14-17) ma le ragazze della Unendo si impngono e sul 16-21 costringono Pedullà a chiamare il time-out. Rania, inserita in servizio su Pisani, allunga fino al 16-23. La pipe di Havelkova e il muro di Diouf chiudono il parziale (16-25).

IL TIE-BREAK – Il pareggio nei set manda in orbita le ospiti e così il tie-break si apre con il vantaggio di Busto per 1-5. Novara prova a reagire con gli attacchi della solita Klineman ma le ragazze della Unendo sono determinate a vincere. Con l’ultima serie di muri e attacchi precisi ed efficaci, Marcon e compagne si aggiudicano il set con un netto 9-15, dopo due ore di gioco intenso sul piano fisico e psicologico.

LE INTERVISTE – Deluso dal risultato il coach di casa Pedullà: "Abbiamo sbagliato troppo, non facciamo drammi dopo questa sconfitta ma dovremo dare segnali migliori sul campo anche in queste circostanze, e non solo quando le cose vanno bene. La squadra ha avuto un gioco troppo altalenante, e di sicuro oggi la Unendo Yamamay ha dimostrato una condizione di gioco superiore rispetto alla nostra".
Sorridente coach Parisi che ha svoltato dopo le critiche di qualche settimana fa: "Oggi ha funzionato molto bene il nostro muro-difesa, i 19 muri ne sono una conferma anche se credo che anche Novara abbia un po’ di responsabilità in questo dato. Il nostro contrattacco è andato meglio rispetto alle ultime gare, ma ciò che ha fatto la differenza è stato l’atteggiamento della squadra. Avevamo voglia di confrontarci con la forza di Novara e le ragazze hanno dimostrato grande carattere. Il risultato è importante, ma più che per la classifica perché ci può dare ancora di più consapevolezza della nostra forza".

Igor Gorgonzola Novara – Unendo Yamamay Busto A. 2-3 (25-22, 19-25, 25-22, 16-25, 9-15)

Novara: Partenio, Klineman 13, Kim 2, Guiggi 6, Bonifacio, Chirichella 12, Sansonna (L), Alberti, Signorile ne, Hill 17, Barun 20, Zanette. All. Pedullà.
Busto Arsizio: Lyubushkina 15, Degradi ne, Rania, Michel ne, Leonardi (L), Marcon 6, Perry 2, Camera, Diouf 29, Wolosz 3, Havelkova 16, Pisani 9. All. Parisi.
Arbitri: Cesare e Puecher.
Note. Novara: battute errate: 12, vincenti: 1, muri 7. Busto A.: battute errate 13, vincenti 2, muri 19. Spettatori: 4000 (oltre 500 da Busto Arsizio).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 gennaio 2015
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Novara - Uyba, la vittoria delle farfalle 4 di 20

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.