Carciofi e sedani illegali, maxi sequestro della Polizia Locale

La verdura in realtà è regolare, ma i venditori sono abusivi: così 2 quintali di prodotti sono stati sequestrati e donati alla Caritas cittadina. Controlli anche per i saldi nei negozi, sui prezzi esposti

Maxisequestro di verdura "illegale" a Rho: il Nucleo di Polizia Annonaria e Commerciale della Polizia Locale è entrata in azione alle 7 del mattino di lunedì, quando i primi venditori abusivi avevano ritirato la merce dal "grossista". Oltre due quintali di prodotti ortofrutticoli freschi tra verdure per insalata, carciofi, sedano, aglio, etc.; come di consuetudine, i prodotti deperibili sequestrati sono stati consegnati in beneficenza alla "Caritas" cittadina per la mensa dei poveri.

Nonostante gli ingenti sequestri dello scorso 2014 per oltre una tonnellata, e i primi quintali di quest’anno, non sembrano voler desistere dal loro intento i numerosi venditori abusivi che affollano il mercato settimanale di P.zza Visconti di Rho; la Polizia Locale si sta impegnando anche sulla tutela dei parcheggi, per i venditori abusivi e questuanti insistenti; infatti, nella settimana appena trascorsa alcuni interventi sono stati effettuati nelle aree di parcheggio Redipuglia, Parcheggio Poste, Park Meda-Garibaldi, interventi che hanno conseguito l’allontanamento dei numerosi cittadini extracomunitari per lo più cittadini senegalesi, presenti e intenti alle suddette attività illecite, sono state rinvenute sequestrate varie decine di CD e DVD contraffatti.

I servizi di prevenzione e repressione al commercio illegale continueranno secondo le direttive dell’assessore alla sicurezza Viscomi, con l’evidente scopo evitare il crescere di potenziali situazioni di insicurezza urbana legate alla presenza di gruppi di venditori abusivi e questuanti insistenti sul territorio cittadino; numerosi anche i controlli in tema di Polizia Commerciale, relativi alla verifica delle regolarità dei prezzi scontati sui "saldi", infatti varie sono state le segnalazioni giunte al Comando per la non regolarità dei prezzi ante e post periodo di saldo merce in alcuni negozi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.