Cento chilometri di speciale per il “Laghi 2015”

La gara in programma tra il 13 e il 15 marzo sarà più lunga e selettiva delle edizioni precedenti e varrà come prova del Campionato Svizzero. Partenza e arrivo a Varese, confermata la prova show a Caravate

Più lunga, articolata, internazionale e, almeno sulla carta, spettacolare. La 24a edizione del Rally dei Laghi, in programma a metà marzo (tra venerdì 13 e domenica 15), vanta premesse molto interessanti per gli appassionati della disciplina, grazie a una serie di ritocchi che hanno migliorato la gara più attesa della provincia senza tuttavia stravolgerla.


(Beppe Freguglia – a dx – ha vinto le ultime due edizioni. Qui con il navigatore Marco Vozzo)

Il percorso, anzitutto, vede un netto incremento sotto la voce "prove speciali": in tutto saranno 106 i chilometri di tratti cronometrati contro le settantina degli anni precedenti. E per raggiungere questo obiettivo la A.S. Laghi ha (ovviamente) confermato il "re" Cuvignone – misura 15 chilometri – affiancandogli una prova frutto della fusione tra Valganna e Alpe Tedesco in modo da avere un "speciale" più lunga e selettiva. Perso il "San Michele" per via di problemi al manto stradale causati dal maltempo dei mesi scorsi, il "Laghi" lo ha rimpiazzato con il ritorno della prova nei dintorni di Marzio che non si disputava da tempo; il bouquet dei tratti cronometrati è completato da un altro classico quale è il "Sette Termini".
E ad aprire le danze torna la prova spettacolo del sabato pomeriggio tra Caravate, Gemonio e Cittiglio, nei pressi della Colacem: una zona che può trasformarsi in un vero "stadio del rally" per la conformazione della strada e la comodità di accesso, sfruttata ogni anno da miglaia di tifosi che possono ammirare da vicino tutti i concorrenti e le vetture in corsa. Lo stesso tratto prevede un’ulteriore novità, quello dello shake down e cioé dell’ultimo test per equipaggi e bolidi nel giorno che precede il rally.
Parlando di internazionalità invece, la notizia bomba è quella dell’inserimento del "Laghi" nel calendario del Campionato Assoluto Svizzero, un accordo che promette di portare a sud del confine parecchi equipaggi di valore che proveranno così a contrastare i piloti di casa e gli altri habituée dell’appuntamento di marzo.

(Il pubblico foltissimo della prova spettacolo di Caravate)

Tra le conferme importanti va annoverata quella di Varese, di nuovo sede di partenza e di arrivo grazie agli spazi dei giardini estensi e al centralissimo corso Matteotti dove saranno effettuate le verifiche pre-gara, concedendo anche in questo caso la possibilità alla gente di osservare da vicino tutto quanto si muove intorno a un appuntamento sportivo di questo tipo.
Resta quindi un solo dispiacere: l’assenza nella starting list di vetture Wrc e cioé quelle che vengono impiegate nelle gare del Campionato del Mondo. Questo sembrava l’anno buono per averle al via, tanto che l’A.S. Laghi aveva inizialmente previsto una gara con doppio chilometraggio: 120 chilometri per la gara principale, una settantina per gli amatori puri o per i piloti con budget ridotto. Il costo troppo elevato per la gestione di un evento simile ha però consigliato Andrea Sabella e i suoi uomini ad adottare una soluzione differente (quella dei 106 chilometri che, comunque, come abbiamo detto rappresenta una crescita notevole) almeno per questa volta. Già, perché la speranza di avere le Wrc è solo congelata: nel 2016 il "Laghi" compirà il quarto di secolo e potrebbe festeggiare in quel modo.

INFO – Sul sito www.varesecorse.it sono già stati pubblicati i documenti di gara tra cui la cartina del percorso ed il programma. Per ulteriori informazioni rivolgersi al numero +39-339.7963855 o scrivere alla mail rally_dei_laghi@yahoo.it .

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.