Comincia con danze e buon cibo il semestre Lettone al Jrc

C’è stato lo spazio per il ricordo dei fatti che hanno, a Parigi, scosso tutta l’Europa. Ma anche lo spazio per godersi, musica tradizionale e salsicce nella cerimonia di passaggio dal semestre italiano a quello lettone

C’è stato lo spazio per il ricordo dei fatti che hanno, a Parigi, scosso tutta l’Europa.
Ma anche lo spazio per godersi musica tradizionale e cibi diversi dal solito.
Lo spazio per ricordare la grandezza della cultura italiana, ma anche l’importanza nascosta di quella Lettone.  Soprattutto, c’è stato un tempo che ha permesso tutto questo alla cerimonia di apertura del nuovo semestre europeo, per questo periodo affidato per la prima volta alla Lettonia. Una cerimonia che al Jrc, il centro comune di ricerca di Ispra, si rinnova ad ogni semestre: e che questa volta è stata particolarmente sentita.

Galleria fotografica

Cerimonia di apertura del semestre lettone 4 di 6

La bandiera che si ammainava, a conclusione del semestre precedente, era quella italiana: il semestre appena concluso ha visto infatti il nostro Governo impegnato sulle questioni europee, ma anche il comitato organizzatore isprese, diretto da Giacinto Tartaglia, alle prese con un programma densissimo (oltre 100 eventi, quasi uno al giorno) che comprendeva musica e cucina, pittura e divertimento.

La bandiera che invece si alzava con il suo inno, si issava per la prima volta: dalla sua entrata in Europa, per la Lettonia è infatti la prima occasione.  Per questo non è mancato il ricordo dei brutti giorni in cui questa opportunità si apre (e molto sentito è stato il minuto di silenzio richiesto dal direttore del sito di Ispra Dan Chirondoian, per le vittime francesi) ma non è mancata anche la festa.

Per questo la cerimonia d’apertura è cominciata in musica: con le canzoni tradizionali eseguite dal gruppo folk Dandari, in arrivo dalla Lettonia. E per questo la presidente lettone del comitato, Ilze Balmane, ha ricordato: «Proveremo a darvi un assaggio della cultura lettone, che anche nella parte cibo che é tutta da scoprire. Rimanete connessi con noi, guardate il programma del semestre dalla nostra pagina e godetevela».

Per l’ambasciatore plenipotenziario lettone Artis Bertulis ha ricordato anche alcuni rappresentanti celeberrimi della cultura mondiale, come l’artista Mark Rothko e Michail Barishnikov. Ma anche gli impegni che la Lettonia, una dei paesi di eccellenza per diffusione della Rete, ha intenzione di prendersi in questi sei mesi: «Digitale in Europa è una priorità, e i nostri sforzi sia per la sicurezza digitale che per il coinvolgimento di tutta l’Europa nella trasmissione digitale».

Intanto, il paese sul lago Maggiore dà il benvenuto a questi nuovi amici dando grande importanza alla cerimonia, perchè: «In gran parte dei paesi italiani non si ha nemmeno percezione di quello che sta succedendo qui o di quello che è successo sei mesi fa – ha sottolineato il sindaco di Ispra, Melissa de Santis – Noi però abbiamo la fortuna di avere l’Europa a casa nostra, e di avere ogni volta l’opportunità di conoscerla meglio».

Un’opportunità ottenuta innanzitutto con una bella festa a base di musica, buon cibo e bevande forti, davanti a un ceppo che riscalda le mani: così calorosamente è iniziato, nel freddo di questi tristi giorni di gennaio, il semestre europeo della Lettonia, almeno nel centro europeo di ricerca.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 gennaio 2015
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Cerimonia di apertura del semestre lettone 4 di 6

Galleria fotografica

Scoprire la Lettonia mangiando 4 di 12

Video

Comincia con danze e buon cibo il semestre Lettone al Jrc 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.