È nato il figlio della tredicenne violentata

È venuto alla luce il primo gennaio il bimbo frutto di un rapporto violento da parte del compagno della madre. Ora si procederà con l'esame del DNA per completare gli accertamenti e chiedere il rinvio a giudizio dell'uomo

 È nato il primo gennaio il bimbo della tredicenne violentata dal compagno della madre. Il piccolo sarà sottoposto all’esame del DNA, come richiesto dal pubblico ministero Nadia Calcaterra per chiudere il fascicolo e chiedere il rinvio a giudizio dell’uomo, 36 anni salvadoregno, arrestato lo scorso 3 dicembre.

Il bimbo verrà, molto probabilmente, dato in adozione come è stato deciso dalla ragazzina, insieme alla madre, ora ospitate in una comunità protetta insieme agli altri fratelli.

La storia era emersa agli inizi di novembre, quando la madre, preoccupata dallo stato di salute della ragazzina appesantita e affaticata, aveva chiesto un consulto al reparto pediatrico dell’ospedale.


Qui era emersa la situazione di attesa della tredicenne che poté rivelare l’aggressione sessuale di cui era stata vittima proprio nel giorno del suo compleanno, da parte del compagno della madre. Fatti i debiti riscontri, l’uomo è stato arrestato e, davanti alle domande degli inquirenti, ha confessato il suo terribile gesto. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.