Ecco Pedemontana vista dall’alto

Il video realizzato da un drone. Sabato 24 alle 11 l'inaugurazione del primo tratto di 4,5 chilometri tra Gazzada Schianno e Vedano Olona. Lunedì a Cassano Magnago e Solbiate Olona nasce il secondo tratto


Pedemontana, si parte.
Sabato a Gazzada Schianno sarà inaugurato uno svincolo da 4,5 chilometri. Lunedì alle 15, a Solbiate Olona (Varese), sarà inaugurato un secondo pezzetto del sogno pedemontano, i 15 chilometri della tratta autostradale tra Cassano Magnago (Varese) e Lomazzo (Como). (che potete vedere nel video in alto)

Il puzzle però è complesso. Secondo Maroni l’intera opera sarà completata entro il 2020, con due anni di ritardo sulla tabella di marcia. L’autostrada Pedemontana è ancora un’opera in costruzione: costo finale stimato: 4 miliardi. La tratta A (Cassano Magnano-Lomazzo) è stata realizzata. La tratta B1 (Lomazzo-Lentate sul Seveso) dovrebbe essere completata tra maggio e luglio. Rimangono da realizzare la tratta B2 (Lentate sul Seveso-Cesano Maderno), la C (Cesano Maderno-Usmate Velate), la D (Vimercate-Osio Sotto). Inoltre, l’opera prevede due tangenziali a Varese e Como. Di queste, è costruito il primo lotto di Varese ed è quasi ultimato quello di Como. I secondi lotti di Varese e Como non sono stati ancora finanziati. 

La Pedemontana è stata pensata per togliere il traffico da Milano e collegare le province lombarde senza passare dalla metropoli. Per vedere i benefici, occorre che sia realizzata interamente. La prossima tappa delle inaugurazioni è prevista a Lentate sul Seveso (Monza Brianza). La società Pedemontana aveva indicato il primo maggio come giorno di inaugurazione, ma in consiglio regionale è giunta notizia che la data sarà invece il primo di luglio. 

Ma c’è anche chi è contro questa strada. Sabato 24 gennaio il Comitato No Varesina Bis, il Coordinamento No Pedemontana e l’Assemblea Popolare No Elcon saranno presenti, con un presidio, all’inaugurazione del tratto di Tangenziale di Varese realizzato da Pedemontana, per esprimere la propria contrarietà all’ennesima opera di devastazione territoriale e consumo di suolo.

Molto interesse anche sul territorio. Il sindaco di Morazzone Matteo Bianchi, da sempre molto attento a quanto accadeva,  ha invitato all’inaugurazione tutti i cittadini dando appuntamento alla cittadinanza alle 11 al campo base pedemontana a Lozza. Al contrario di Bianchi, invece, il sindaco del comune di Gazzada Schianno, ha stranamente scritto su facebook di non essere interessata all’opera, che tra l’altro insiste proprio sul suo paese. Ha affermato che andrà a una corsa podistica. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.