Fa 30 mila km con l’auto sequestrata e con l’assicurazione falsa

Il record di un 53enne di Nerviano fermato dalla Polizia Locale al quale era stata ritirata la patente e sequestrata l'auto (del quale era custode). In aumento i casi di falsificazione dei documenti di circolazione

Fermato per un controllo, dagli Agenti della Polizia Locale di Rho, a seguito di infrazioni al Codice Stradale, un uomo R.G. di 53 anni residente a Nerviano ma di origini calabresi, esibiva i relativi documenti di circolazione, giustificandosi e chiedendo agli Agenti di “chiudere un occhio” ma, ad una più accurata verifica e incrociando i dati informatici richiesti alla Centrale Operativa del Comando, si accertava che l’uomo aveva circolato percorrendo ben 30.000 Km, con l’autovettura già posta sotto sequestro dalla Polizia Stradale di Busto Arsizio, già denunciato in passato per aver effettuato la medesima violazione penale non avendo ottemperato agli obblighi di custodia.

L’uomo tra l’altro, ritirata la patente di guida, esibiva pure un certificato Assicurativo completo di carta verde falso, infatti dal controllo banca dati ANIA l’autovettura condotta una Ford Focus, risultava scoperta di assicurazione già da Maggio 2013. L’uomo veniva accompagnato al Comando di C.so Europa per l’identificazione, il sequestro dell’autovettura, e la nomina dell’avvocato per la denuncia di falso e violazioni degli obblighi di custodia.

Sono state ben 145 le autovetture sequestrate lo scorso 2014, perché non coperte da assicurazione, questo dato appare sicuramente allarmante fosse solo per le conseguenze; infatti chi non è assicurato in caso di sinistro generalmente si allontana dandosi alla fuga anche con omissione di soccorso, e altri reati quali lesioni personali colpose, circolazioni abusive, quindi con costi sociali alti.

Inoltre, altro fattore da non sottovalutare il vero e proprio aumento delle contraffazioni dei documenti di circolazione e soprattutto quelli assicurativi che ormai si trovano on-line con costi medi da 70-80 euro a certificato, per finire con le intestazioni fittizie degli autoveicoli; la Polizia Locale di Rho è comunque impegnata quotidianamente nell’attività di prevenzione e repressione delle infrazioni e dei reati stradali al fine di garantire la massima sicurezza agli utenti della strada in tal senso è la lettura confortante dei dati di sinistrosità stradale che negli ultimi anni sono andati in progressiva diminuzione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.