Furti in Valcuvia, due arresti e una denuncia

In manette i due sospettati di aver rubato auto e materiale edile. Arrestato anche un quarantacinquenne di Casale Litta

carabinieri foto valcuvia

Sono sospettati di furto e ricettazione i due cinquantenni, uno di Varano Borghi e l’altro di Travedona Monate arrestati ieri notte dai carabinieri di Cuvio. I militari, assieme ai vigili dell’ufficio comune di polizia del medio Verbano stavano indagando su una raffica di furti nella zona della Valcuvia che avevano secondo gli inquirenti fruttato auto e materiale di un certo valore, trovato nelle case di L.F., 52 enne residente a Varano Borghi, e M.M., 51 enne domiciliato a Travedona Monate, entrambi noti alle Forze dell’ordine.
Inoltre, è stato denunciato in stato di libertà, per il solo reato ricettazione, C.D. 45 enne di Casale Litta.
Le indagini, coordinate dal Pm Agostino Abate sono iniziate dopo nel dicembre scorso per sei furti su autovettura commessi a Rancio Valcuvia.
Oltre al reato di furto aggravato, gli arrestati dovranno rispondere anche di ricettazione.
Nel corso delle perquisizioni domiciliari, infatti, i militari hanno ritrovato non solo due autovetture, provento di distinti furti commessi a Gemonio il 6 ottobre 2014 e a Ispra il 15 gennaio scorso, ma ben 134 tra motoseghe, decespugliatori, soffiatori e martelli pneumatici, oggetti anch’essi provento di furto e sottoposti a sequestro.
Le due autovetture sono già state restituite ai legittimi proprietari, le indagini sono adesso orientate a identificare anche i possessori della refurtiva sequestrata, nonché ad accertare la responsabilità degli arrestati nella commissione di ulteriori furti, registrati in provincia nei mesi scorsi.
Eventuali cittadini (vittime di analoghi furti) e quindi interessati a visionare la refurtiva, potranno rivolgere le loro richieste direttamente alla stazione carabinieri di Cuvio.
I due arrestati, su disposizione del Pm di turno presso la Procura della Repubblica di Varese, Massimo Politi, sono ora in carcere a Varese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.