Green Hill: condannati responsabili dell’allevamento

Il tribunale di Brescia ha condannato tre dei quattro imputati nel processo. La struttura sequestrata nel 2012

beagle foto

La prima sezione penale del tribunale di Brescia ha condannato tre dei quattro imputati nel processo Green Hill.
Condannati ad un anno e sei mesi Ghislane Rondot, co-gestore di Green Hill 2001 della Marshall Bioresources e della Marshall Farms Group, e Renzo Graziosi, veterinario.
Un anno al direttore Roberto Bravi.

La nota azienda situata a Montichiari, a Brescia, che alleva cani beagle per i laboratori era stata al centro di numerose proteste di animalisti che si opponevano all’impiego dei cani per la sperimentazione animale. La protesta sfociò nel 2012 al sequestro della struttura da parte della magistratura bresciana.

LA VICENDA

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.