Greta è tornata

Stanca ed emozionata, la giovane volontaria, ha raggiunto la sua casa a Gavirate. Ha salutato, ringraziato tutti e ricordato che il popolo siriano ha bisogno di aiuto

il ritorno di greta a gavirateGreta Ramelli è tornata finalmente nella sua casa di Gavirate. Attesa da numerosi amici e giornalisti, che sono rimasti in attesa fuori dalla sua abitazione tutto il giorno, è arrivata a bordo di un’auto alle 19.00 di sabato 17 gennaio insieme ai genitori e al fratello.

Galleria fotografica

Il ritorno di Greta a Gavirate 4 di 8

LEGGI ANCHE: BENTORNATA GRETA

Emozionata ha pronunciato poche parole di ringraziamento sopratutto per la Farnesina, che ha lavorato al suo rilascio.

«Non è proprio il caso di tornare in Siria – ha detto emozionata – perchè la situazione in quei luoghi è veramente insostenibile, pericolosa. Ma bisogna aiutare il più possibile da qui».

IL VIDEO DELLE SUE PAROLE

«Ho chiesto scusa alla mia famiglia, per il dolore che ho loro dato. E ringrazio tantissimo l’accoglienza che mi è stata riservata: la Farnesina, l’Unità di Crisi … sono state importantissime, soprattutto nelle prime ore molto difficili».

Greta, accompagnata dal fratello Matteo, una volta salita in casa ha voluto appendere sul balcone la bandiera italiana. VEDI IL VIDEO

LA GALLERIA FOTOGRAFICA


di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 gennaio 2015
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Il ritorno di Greta a Gavirate 4 di 8

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.