I cedri di piazza Repubblica e la guerra giunta-comitati

Dopo il presidio, la polemica sui cedri di piazza Repubblica che il comune vuole ripiantumare e trasformare con l'accordo di programma

Si parla, da alcuni giorni, dei sei cedri dell’Himalaya posizionati in piazza Repubblica. La giunta comunale ha in progetto di abbatterli: non sono in buione condizioni e dovranno essere sostituiti con dei lecci. La scelta venne effettuata dall’assessore Stefano Clerici ed è stata confermata, in questi giorni, dal nuovo assessore Santinon. Venne anche proposto un sondaggio online, che diede come risultato finale la scelta dei lecci. 

Q
uesta idea dell’amministrazione viene contrastata dal comitato Varese 2.0. Il portavoce Daniele Zanzi, imprenditore agronomo, si è detto disponibile a effettuare una ricognizione gratuita sugli alberi per capire se davvero sia necessario il loro abbattimento. L’assessore si è detto disponibile a lasciare effettuare la ricognizione ma ha ribadito che si andrà avanti con la sostituzione. Abbattimenti di alberi, per la verità, sono stati decisi anche negli anni scorsi a Varese e non sono una novità.
La vicenda è però riconducibile ad almeno due punti politici. Il contrasto tra giunta e comitati è forte. Da un lato c’è l’accordo di programma che porterà alla sistemazione di piazza Repubblica, il più grande progetto comunale da qui alle prossime elezioni, e dall’altro la campagna che Varese 2.0 ha lanciato contro una serie di progetti della giunta considerati megaprogetti inutili e costosi: tra questi anche il masterplan di piazza Repubblica. 
L’assessore Mauro Morello ha confermato che piazza Repubblica rimane un punto strategico della giunta e che il masterplan è una grossa opportunità per la città. Comune e Provincia, insieme a Università e Asl, partecipano all’accordo di programma. La presenza della Provincia, guidata dall’indipendente del Pd Gunnar Vincenzi, ha anche creato una sinergia politica tra destra e sinistra e oggi anche il pd difende la scelta. I comitati sono oggi, insieme a Sel e ai grillini, gli unici a dire no alla nuova piazza. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.