I giovanissimi in cerca della loro identità, nell’edizione 2015 di Praticamente Adolescenti

Intenso il programma di incontri e proposte per i ragazzi pensato da Comune, Istituti Comprensivi, parrocchie, società sportive

Quattro incontri dedicati alla formazione dell’identità dei giovanissimi, rivolti a ragazzi e genitori: torna anche quest’anno "Praticamente adolescenti", il progetto che coinvolge molte agenzie educative a Cassano Magnago, dalla scuola (i due Istituti Comprensivi) agli oratori, dalle società sportive allo stesso Comune.

"Sotto le stelle del mondo per diventare grande" è il titolo dell’edizione 2015 dedicata alla formazione dell’identità negli anni dell’adolescenza. «Quest’anno è stato bello lavorare bene alla sinergia per la creazione del progetto» dice Don Marco Bernardi, della comunità pastorale. «Vogliamo aiutare i nostri ragazzi a costruire la loro identità, nelle sue mille sfaccetatture» spiega Daniela Tonini, dell’Istituto Comprensivo Cassano II. «Vogliamo proporre dei punti di riferimento, degli elementi per tracciare la rotta». All’immagine delle stelle che fanno da punti saldi nel tracciare si rifà anche la locandina dell’iniziativa 2015 (sopra), disegnata da una ragazzina di terza media.

Il programma 2015 di Praticamente Adolescenti si è aperto il 16 gennaio con la proiezione del film di Gabriele SAlvatores "Il ragazzo invisibile", una storia di formazione che ha attratto oltre 300 ragazzi all’Auditorio, in orario serale. «Un bel segnale d’interesse» sottolineano i promotori.
I prossimi appuntamenti prevedono venerdì 6 febbraio l’incontro dibattito-spettacolo di Simona Atzori, ballerina nata senza gli arti superiori, una storia di successo oltre le difficoltà della vita (all’Auditorio, per le classi II e III). Lunedì 9 marzo al teatro San Carlo, ore 20.45, l’incontro con la dottoressa O.Gibi sul "Ruolo materno e paterno per accompagnare i figli nei momenti di passaggio evolutivo". Lunedì 23 marzo sempre al Teatro San Carlo un secondo incontro con la dottoressa Gibi sarà dedicato al tema "Permettere ai propri figli di costruirsi una identità autentica".
Sabato 9 maggio si chiude con la tradizionale Camminata della Magana, con le società sportive cassanesi.

«Il contributo di tutte le parti coinvolte ê fondamentale: se vogliamo ottenere una società migliore, dobbiamo partire dai nostri ragazzi e anche dai genitori» commenta l’assessore all’istruzione Salvatore Maida. «Quest’anno più di ogni altro anno si sta mettendo insieme un progetto ampio e bello».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.