I ragazzi dell’Azione Cattolica in marcia per la pace

L'iniziativa si terrà domenica 1 febbraio, a partire da piazza San Vittore

I ragazzi dell’Azione Cattolica in marcia a Varese per la pace. «Mese della pace, fase del cammino dell’anno in cui i ragazzi diventano consapevoli che per accendere il motore della carità è fondamentale il loro impegno: la Pace diventa così un’invenzione possibile»: queste le parole della responsabile dell’Azione Cattolica dei Ragazzi, Marta Zambon, per presentare l’iniziativa proposta dall’ACR “Mese della Pace”, che si concluderà domenica 1 febbraio, a Varese, in piazza San Vittore, con la  “Festa della Pace”.

 «"Dai vita alla pace”, oltre ad essere lo slogan, è un invito personale a far germogliare nella vita di ogni giorno piccoli semi di amore, attraverso scelte concrete di servizio che aiutino a scoprire la bellezza della vita come dono» continua Marta Zambon. ACR si pone come obiettivo principale rendere protagonisti i giovani, incoraggiandoli a  crescere nella solidarietà fraterna e ad essere cittadini consapevoli ed aperti anche alla dimensione sociale.

Il programma prevede l’accoglienza e l’animazione in piazza San Vittore, alle ore 14.30, a cui seguirà in basilica la preghiera con monsignor Franco Agnesi. Saranno inserite delle testimonianze interreligiose della città di Varese con la Pastora Lidia Maggi della comunità Battista di Varese. Alle ore 16.00 avrà inizio la Marcia della Pace che prevedrà diverse tappe in città. L’arrivo all’Oratorio di San Vittore è fissato per le ore 17.00, dove si terrà il laboratorio per i bambini “Tutto da scoprire”, intanto i giovani e gli adulti avranno la possibilità di fare una chiacchierata interreligiosa con Lidia Maggi. Il tutto si concluderà con una merenda verso le ore 17.45.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.