I sindaci con i pendolari in attesa che Regione risponda

Hanno portato anche un po' di fortuna i primi cittadini dell'Alto Milanese che questa mattina, giovedì, si sono ritrovati alla stazione di Vanzago: treni "quasi" in orario. Chiedono più carrozze e fermate


 
Hanno portato anche un po’ di fortuna i sindaci dell’Alto Milanese che giovedì mattina si sono ritrovati alla stazione di Vanzago.
Obiettivo ascoltare i pendolari e rilanciare un appello all’assessore regionale ai Trasporti Sorte. È a lui infatti che hanno scritto il 20 gennaio chiedendo un incontro per parlare delle problematiche di questa linea (qui passano i Milano-Varese e gli S5 che fanno fino a Treviglio).
"La lettera l’ha ricevuta, ma per ora ancora nessuna risposta" dicono i sindaci. Alle 7.30 sono arrivati sui binari di Vanzago da Legnano, San Giorgio su Legnano, Canegrate, Parabiago, Nerviano, Pogliano Milanese e Vanzago stessa.
Pochi fortunatamente i disagi per chi viaggiava nella mattinata, ma come per altri collegamenti lombardi i problemi non mancano (anche se questa tratta è sicuramente più "fortunata" di altre, basta chiedere a cremaschi e mantovani).
A Vanzago negli orari di punta è praticamente impossibile trovare un posto a sedere verso Milano, i ritardi seppur di norma contenuti rubano ai viaggiatori almeno 10 o15 al minuto al giorno. Dopo il guasto a Melzo di novembre la situazione si e fatta più difficile. Per questo nella lettera inviata in Regione i sindaci chiedono conferma delle nuove carrozze che dovrebbero arrivare da fine gennaio e chiedono che nell’orario di punta fermi almeno un treno in più.

Nel dettaglio i sindaci chiedono di:
– conoscere lo stato dei convogli destinati alla linea con aprticolare riguardo per l’attività di manutenzione;
– far sì che Trenord rispetti la composizione dei treni (numero di carrozze) sulla linea S5;
– inserire fermate aggiuntive a Legnano, Canegrate, Parabiabo e Vanzago limitatamente agli orari di punta;
– ricevere i dati relativi al serivio offerto;
– ricevere i verbali dei tavoli di quadrante a partire dal 2012.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.