Il pianista Bruno Canino a Gallarate Classic

Musicista di fama internazionale, il 27 gennaio chiuderà un’intensa tre giorni di musica, divulgazione e storia

Gallarate Classic, la rassegna coordinata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Gallarate, organizza tre giorni di musica, divulgazione e storia. Gli appuntamenti, tutti a ingresso gratuito e tutti in programma nell’aula magna dell’Istituto Sacro Cuore, sono organizzati dal Centro Culturale Tommaso Moro.
Il 25 gennaio alle 16 Francesco Pasqualotto al piano, Paolo Artina al violino e Antonio Visioli al violoncello eseguiranno musiche di Brahms e Schostakovich. Di quest’ultimo sarà proposta anche una composizione del 1944 con una melodia ebraica. Non a caso, vista l’imminenza della Giornata della Memoria. Le esecuzioni saranno accompagnate da interventi introduttivi, così da offrire anche ai non esperti la possibilità di comprendere appieno aspetti storici e tecnici delle varie composizioni.
Il 26 gennaio, alle 9, stessa alternanza di musica e spiegazioni nel concerto per le scuole legato alla Giornata della Memoria. Con Francesco Pasqualotto si esibirà la mezzosoprano Iulia Schramm. Saranno eseguite, fra l’altro, una canzone ebraica musicata da Ravel e una composizione di Chopin, “La caduta di Varsavia”, legata al tema della guerra, del dolore, della patria invasa.
Ancora il 26 gennaio, alle 18, incontro / concerto sulla figura di Bela Bartòk. Francesco Pasqualotto si concentrerà, in particolare, sulle peculiarità della scrittura musicale per pianoforte.
Il 27 gennaio alle 21, gran finale della 3 giorni con l’esibizione di uno fra i più importanti pianisti al mondo. Bruno Canino porta a Gallarate un repertorio inconsueto soprattutto per quanto riguarda i compositori italiani: Clementi, Busoni, Casella e Savinio. Non mancheranno musiche di Debussy e di Messiaen, autore che visse l’esperienza dei campi di lavoro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.