Il week end a Busto tra storia e scherma

Molti gli appuntamenti dedicati alla memoria della Shoah e dello sterminio nazista. Al Museo del tessile anche un torneo di scherma


Di seguito gli appuntamenti previsti in città per sabato 31 e domenica 1 febbraio, organizzati e/o coordinati dall’Amministrazione comunale in sinergia con le associazioni territoriali:

sabato 30 gennaio
Ore 18.00 – Biblioteca Comunale “G. B. Roggia”, Sala Piero Monaco
Giorno della Memoria – Lettura teatrale: “Presero l’Oro e poi tutta la gente” organizzata da Biblioteca Comunale, a cura di: Lando Francini della Compagnia “Teatro del Vento”
Il Sabato Nero raccontato a ragazzi, giovani e adulti, quando più di mille persone vennero prese dalle strade di Roma e portate via. Da quel rastrellamento tornarono quindici uomini, una donna, nessun bambino. La testimonianza venne resa attraverso le parole trovate in due libri: uno scritto pochi mesi dopo la retata da Giacomo Debenedetti e l’altro uscito nelle librerie settant’anni dopo, a cura di Anna Foa.

sabato 30 gennaio – domenica 1 febbraio
Dalle 9.30 – Museo del Tessile, Accademia della Scherma “A. Felli” c/o Museo del Tessile
Gara di scherma circuito europeo under 23 organizzata da Pro Patria et Libertate
I migliori spadisti under 23 d’Europa si sfideranno nelle belle sale dall’Accademia della Scherma “A. Felli” di via Galvani e nelle sale Gemella e Feste del Museo del Tessile.

domenica 1 febbraio
ore 17.15 – Centro Giovanile Stoà, via Gaeta 10
tavola rotonda di presentazione, aperitivo e prima proiezione cinematografica della rassegna Fortezze – Incontrare, creare e ricreare dentro e fuori dal carcere, una serie di eventi culturali occasione di conoscenza e sensibilizzazione intorno al tema del carcere.
Alla tavola rotonda (preceduta da una degustazione di prodotti di Dolci Libertà) interverranno don Claudio Burgio (cappellano dell’Istituto Penale Minorile Beccaria di Milano e fondatore dell’Associazione Kairòs), don Silvano Brambilla (cappellano della Casa Circondariale di Busto Arsizio), Fabio Monza (giovane volontario presso la stessa) e Lisa Mazoni (Associazione Puntozero). Durante l’incontro sono previsti reading e contributi audio-video dei ragazzi del Beccaria. A seguire aperitivo offerto da Stoà e proiezione del film Come il vento, di Marco Simon Puccioni.

Mostre dedicate al Giorno della Memoria

Biblioteca Comunale “G. B. Roggia”, orari di apertura
“Per non dimenticare”: mostra di documenti, libri e multimediali sul tema della Shoah
Oltre a una bibliografia e a una filmografia comprensive di tutte le opere disponibili in sede su questo tragico evento, molte delle quali esposte a vista sugli scaffali, nelle vetrinette collocate nei corridoi la Biblioteca ha predisposto una raccolta di documenti, tratti in particolare da “La Difesa della Razza” del 1938, per approfondire il tema delle leggi razziali in Italia.
Alcuni sono veramente significativi, come il “Manifesto sul Razzismo Italiano” elaborato in dieci punti o l’atto legislativo che promulgava le leggi razziali, o ancora uno dei primi discorsi di Mussolini in cui si parla del “problema ebraico”.
Bibliografia e filmografia sono reperibili sul sito del comune.

P.zza Trento e Trieste, Aula “Ali della Libertà” (succursale Liceo Crespi), orari scolastici
Mostra sulla Shoah “Disegna ciò che vedi. Helga Weissová, da Terezín i disegni di una bambina” a cura di Liceo Crespi e Associazione Italia-Israele.
Ventotto disegni dell’autrice Helga Weissová fissano in presa diretta la realtà del campo di Terezín (Repubblica Ceca) dove era detenuta. Il valore dell’arte e della cultura come mezzi di resistenza civile in situazioni estreme.

Liceo Scientifico “A. Tosi”, orari scolastici
Mostra: “Il rogo dei libri nella Germania nazista” a cura di: Prof. Ernesto Speroni e Liceo scientifico A. Tosi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.