“In ospedale mancano le coperte”. Il direttore spiega: una dimenticanza

Una lettrice segnala che i pazienti hanno solo le lenzuola per coprirsi. Il dg Bravi assicura che le coperte ci sono e che, forse, si è trattato solo di un disguido nell'approvvigionamento

« All’ospedale di Circolo i pazienti sono senza coperte». La segnalazione ci è arrivata da una lettrice che parla di degenti a letto con il solo lenzuolo: « Il fratello di mia cognata è oggi ha subito un delicato intervento al cuore, l’hanno poi portato in camera solo con il camice e un lenzuolo, quando è stata richiesta la coperta hanno risposto che non ne hanno perché l’azienda che si occupa del lavaggio sono 10 giorni che non consegna. Risultato: se volete coprirvi portate le coperte da casa…»

 
Queste le parole della signora che trovano, però, una diversa lettura nel racconto del direttore dell’azienda ospedaliera Callisto Bravi: « Sapevo che c’è un problema di camici per le sale chirurgiche, questione che stiamo risolvendo, ma quello delle coperte mi risulta davvero nuovo. Infatti, in magazzino hanno contato questa mattina 182 coperte pronte da essere distribuite a chi ne fa richiesta. A volte, può essere un problema contingente di un reparto che non inoltra la domanda o richiede meno biancheria di quanto abbia bisogno. Non dovrebbe mai accadere e mi auguro che si sia trattato di un episodio isolato. Certo è che non esiste alcun problema di approvvigionamento o ritardi nelle consegne. Si sarà trattato di un equivoco».
 
Nulla a che fare con i superaccessi del pronto soccorso registrati negli ultimi tempi: « Da giovedì la situazione è rientrata nella norma – commenta il dottor Perlasca , primario del PSle persone che arrivano da noi sono diminuite, cosa che ha permesso a tutto l’ospedale di poter accogliere e sistemare in tempi adeguati. Approfitto, però, per fare una raccomandazione. Abbiamo notato che molti anziani con l’influenza arrivano completamente dsidratati e ciò complica parecchio lo stato di salute generale. Anche se non si ha sete, anche se c’è un senso di nausea, con la febbre occorre bene molto per evitare che il nostro corpo perde eccessivamente liquidi».

Tutti gli articoli sul pronto soccorso
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.