La banda del tombino sfonda la vetrina di un bar e ruba caramelle

Arrestati a Busto Garolfo dai carabinieri in flagranza di reato tre minorenni tra i 17 e 15 anni che in un solo giorno hanno compiuto tre furti che ora dovranno rispondere di furto aggravato e ricettazione

Tre minorenni tra i 15 e 17 anni in un solo giorno hanno messo a segno tre furti. "La banda del tombino", così soprannominata per le modalità con cui rompeva le vetrine per rubare, ha prima messo a segno il furto di uan Fiat Grande Punto a Parabiago, forzando il cancello di un’officina. I ragazzi erano arrivati sul posto a bordo di un’altra Fiat Punto rubata a Canegrate. I carabinieri di Legnano, dopo aver visionato le immagini degli impianti di videosorveglianza, hanno acquisito cli elementi per identificare i responsabili, che nel frattempo si erano spostati a San Giorgio Su Legnano dove, dopo aver sfondato la vetrina con l’utilizzo di un tombino in ghisa, sono penetrati all’interno di un bar-tabaccheria sito in piazza Mazzini. Una volta all’interno i tre hanno prelevato i soldi presenti nel registratore di cassa, vari chili di sigarette e delle caramelle.
I carabinieri arrivati sul posto  hanno subito appurato che entrambi gli episodi erano stati perpetrati dalla stessa banda, come testimoniato dall’autovettura utilizzata nel secondo evento che è risultata essere proprio quella rubata a Parabiago.
Alla fine i tre minorenni sono stati localizzati a Busto Garolfo a bordo proprio della Fiat Punto appena rubata. I tre sono stati trovati anche in possesso della refurtiva del bar, caramelle comprese. Refurtiva che è stata interamente restituita ai legittimi proprietari.
I tre minorenni, trattenuti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente, dovranno ora rispondere della grave accusa di furto aggravato e ricettazione. Sono in corso gli accertamenti e le indagini per attribuire gli altri colpi commessi in zona negli ultimi tempi e individuare eventuali altri complici.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.