La Lombardia a capo dei “consigli regionali” europei

È avvenuto martedì mattina il passaggio formale di consegne della presidenza della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative regionali dalla Galizia (Spagna) al consiglio lombardo

È avvenuto martedì mattina il passaggio formale di consegne della presidenza della Calre dalla Galizia (Spagna) alla Lombardia. La nostra regione per le prima volta sarà chiamata a guidare la Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative regionali d’Europa. A passare il testimone a Cattaneo nell’Aula del Consiglio regionale è stata il Presidente del Parlamento della Galizia Pilar Rojo Noguera, che ha consegnato a Cattaneo la “maquila”, simbolo basco che rappresenta il “bastone del potere” con cui il pastore guida le sue greggi e che è anche il degno distintivo della presidenza della Calre.
La Calre è l’organismo che riunisce i Parlamenti regionali di 74 Regioni facenti parte di 8 Paesi (Spagna, Italia, Belgio, Austria, Germania, Finlandia, Portogallo, Regno Unito): è stato costituito nel 1997. Cattaneo era stato eletto all’unanimità Presidente per l’anno 2015 lo scorso 8 novembre a Santiago di Compostela (Spagna), durante la 18° Assemblea Generale della Conferenza.
«Oggi la sfida per l’Europa è quella di colmare il deficit di rappresentatività che indebolisce le istituzioni europee e lo stesso processo di Unione – ha detto Raffaele Cattaneo nel suo intervento in Aula consiliare -. Le Assemblee legislative regionali europee proprio perché rappresentano il livello legislativo più vicino ai cittadini, possano invece svolgere un ruolo fondamentale per colmare questo deficit di legittimazione e di rappresentatività»
Il programma di lavoro della Conferenza delineato dal Presidente Raffaele Cattaneo per il 2015 prevede tra i suoi punti quello di sviluppare un maggiore confronto interparlamentare con i Parlamenti nazionali e le proprie Commissioni (in particolare, la XIV Commissione di Camera e Senato in Italia), il Comitato delle Regioni, il Parlamento europeo e la COSAC; approfondire il programma della Commissione europea all’interno della CALRE sui temi dell’immigrazione, della politica di coesione e delle Macroregioni; elaborare proposte incisive e concrete che possano fornire ai Parlamenti regionali documenti di analisi; dare vita a un nuovo gruppo di lavoro sulle pari opportunità e coinvolgere gli stakeholder della società civile maggiormente attivi rispetto alle tematiche europee.
Cattaneo ha infine rilanciato la proposta di organizzare a Milano un Forum a livello mondiale delle Conferenze delle Assemblee Legislative regionali e sub-nazionali in occasione di Expo 2015.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.